lunedì 27 luglio 2015

Effetto Griglie Roventi!


Griglie Roventi 2015 si è conclusa poche ore fa, nella città di Jesolo.
Ogni anno le emozioni, prima, durante e dopo la gara sono tante. Ma avevate dubbi?
Effetto "Griglie Roventi" lo chiamerei.
Si, perché è una manifestazione che riesce a mescolare, a stuzzicare, a coinvolgere persone così diverse fra loro eppure con una passione in comune: il divertimento.
Griglie Roventi è prima di tutto questo.





Ma quest'anno, per festeggiare i 10 anni abbiamo pensato di fare le cose in grande e di cambiare la tipologia di ingrediente. Di passare dalla carne al pesce!
L'idea è piaciuta tantissimo ai concorrenti che si sono sfidati in questa gara culinaria composta da orate, cefali, mazzancolle, sardine e seppioline, apportando il proprio tocco personale, la propria terra, l'ingrediente segreto che ha reso la gara ancora più bella e vera.





Ecco, questo è uno dei particolari che amo di questa manifestazione. La concentrazione e lo studio che c'è dietro ad una ricetta, il voler stupire, il voler far conoscere l'origine del piatto presentato.
Infatti, vorrei per il prossimo anno aggiungere una voce alla valutazione che facciamo. Oltre alla cottura del pesce, alla presentazione del piatto, al gusto della ricetta e alla simpatia dei concorrenti, aggiungerei l'impegno. L'impegno dei concorrenti nell'osare, nel creare una vera e propria ricetta fatta di creatività e studio.  E quest'anno devo dire che molti dei concorrenti ci hanno stupiti con effetti speciali (beh, quelli non mancano mai) mettendo in difficoltà noi giudici nella valutazione finale. Ma come sempre siamo riusciti ad essere giusti e abbiamo portato sul podio tre belle coppie di appassionati cuochi che ieri sera ci hanno regalato grandi piatti e simpatia contagiosa.




Non voglio poi dimenticare i presentatori di quest'anno... Moreno Morello, che ha saputo presentare in modo eccellente al fianco della bellissima Roberta Ferrari. Una delle coppie più riuscite di Griglie Roventi, oserei dire.


L'organizzazione? Beh, una squadra fortissima fatta di gente fantastica (come direbbe Zalone) una grande famiglia, quella di Idee Europee che ogni anno coinvolge tantissime persone attorno alle Griglie. Un grande lavoro di gruppo che regala sempre grandi emozioni.
E se non si vive di emozioni... che gusto c'è?



Vi aspettiamo l'anno prossimo con Griglie Roventi e mi auguro di vedervi partecipare...
Intanto io continuo a farvi compagnia con le mie ricette.


sabato 18 luglio 2015

10 anni di Griglie Roventi



 

Il campionato di barbeque compie 10 anni:

dal 2006 oltre 3100 i partecipanti e 200 mila spettatori.

 

Jesolo (VE), Piazza Torino, 25 luglio ore 20.30

 


Quante volte in questi anni vi ho parlato di Griglie Roventi??? Tante, tantissime.
Perché è una manifestazione in cui credo, una festa a cui partecipo, non una semplice gara culinaria da giudicare, ma uno spettacolo da vivere, fatto di colori, musica e un entusiasmo contagioso: coppie provenienti da tutto il mondo, dall'Italia all’Australia, al Brasile, dal Sudafrica all'Europa, si mettono alla prova  ogni anno per conquistare i favori del pubblico e della giuria.
Griglie Roventi è una serata magica in cui si creano amicizie, in cui si ride, si gioca, di fa sul serio, ci si diverte. Ed è questo lo spirito giusto che dobbiamo avere.
Amicizie che nascono, che si ritrovano, che si consolidano, anche questo è Griglie Roventi.


Torna per la sua decima edizione. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati, che dalla prima ad oggi ha visto 3110 partecipanti, 5100 kg di carne cucinata e quasi 200 mila spettatori. Anche quest’anno saranno 100 le coppie in gara, che si sfideranno sabato 25 luglio a Jesolo per decretare il migliore nella nobile arte della cottura alla griglia.




La novità di quest'anno: il pesce!

E per festeggiare degnamente l’anniversario gli organizzatori hanno deciso di regalarci qualcosa di speciale: come nelle grandi occasioni, sarà una cena di pesce. Niente costate e salsicce, ma un'orata da 300 gr, seppioline, mazzancolle, rana pescatrice o cefalo, sardine del nostro Adriatico.
 Un modo per dare ai partecipanti nuovi stimoli, chiedendo loro di ingegnarsi per creare ricette originali e accostamenti stravaganti. 

I presentatori:

 lo spettacolo è presentato quest’anno dal simpatico Moreno Morello di Striscia la Notizia, affiancato dalla splendida Roberta Ferrari di Unomattina, il tutto condito dalla musica dei Bandhit.
Cosa volere di più?????


 




Informazioni utili per chi avrà voglia di unirsi a noi.


Griglie Roventi, fatta di buon cibo ma anche di musica, costumi e divertimento vi da appuntamento a Jesolo, sabato 25 luglio. L’iscrizione costa 80 euro a coppia ed è aperta a tutti i maggiorenni, purché non siano chef professionisti.
Il kit di gara che viene dato a ogni concorrente comprende, oltre al pesce, vino, birra, acqua e la perfetta divisa da chef, uguale per tutti.

Spetterà ai concorrenti cercare accompagnamenti, verdure, spezie che valorizzino il pesce e colpiscano la giuria, formata da cuochi professionisti, giornalisti enogastronomici e guidata da diversi anni, da me. Ben felice di esserlo.
Oltre al kit di gara gli iscritti riceveranno in omaggio la griglia su cui avranno cucinato.

E per tutti gli amici social come me...gli ashtag della serata saranno #ladecima #griglieroventi15  


 


Tutte le informazioni sul sito www.griglieroventi.com  e su fb /griglieroventi

domenica 12 luglio 2015

Un po' di Sardegna in un piatto

In diretta dalla Sardegna. In diretta da un luogo meraviglioso che scandisce le mie vacanze da più di 25 anni...
Oggi ho voglia di condividere con voi un piatto fatto da  me (si, cucino anche in vacanza, lo sapete). Un primo piatto che ha il gusto del mare, dei sapori semplici, dei gusti nobili che tanto amo.
 E prima di regalarvi scatti di quest'angolo di paradiso, prima di raccontarvi di cantine, vini, bagni e passeggiate, vi regalo uno spaghetto con l'aragosta e i pomodorini.
Semplicità. Gusto. Amore.


Ingredienti per 4 persone

400 gr di spaghetti di Gragnano
2 aragoste di Alghero
15 pomodorini maturi
1 spicchio d'aglio
olio evo
basilico fresco
origano secco
sale

Tagliate le aragoste a metà per il lungo e mentre l'acqua della pasta raggiunge il bollore, preparate il sugo. Tagliate i pomodorini a metà. In una padella fate soffriggere uno spicchio d'aglio con l'olio evo, aggiungete l'aragosta e fatela cuocere per pochi minuti. Togliete l'aragosta e aggiungete i pomodorini, il basilico e l'origano. Cuocete per 6-7 minuti a fuoco moderato. Aggiungete l'aragosta e fate insaporire per 5 minuti. Quando gli spaghetti saranno pronti aggiungeteli al sugo e amalgamate. Servite subito e servite con un calice di Maìa dell'azienda Siddura (per restare in Sardegna)
Sentirete che sapore meraviglioso.

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails