giovedì 13 maggio 2010

Contest Bellezze e Sapori d'Italia - Bologna


"Amo Bologna; per i falli, gli errori, gli spropositi della gioventù che qui lietamente commisi e dei quali non so pentirmi. L'amo per gli amori e i dolori, dei quali essi, la nobile città, mi serba i ricordi nelle sue contrade, mi serba la religione nella sua Certosa. Ma più l'amo perché è bella... Bologna è bella. Gli Italiani non ammirano, quanto merita, la bellezza di Bologna: ardita, fantastica, formosa, plastica, nella sua architettura, trecentista e quattrocentista di terra cotta, con la leggiadria delle logge, dei veroni, delle bifore, delle cornici. Che incanto doveva essere tutta rossa e dipinta nel Cinquecento!" -G. Carducci-


Non è qui che sono nata. Ma è questa città che mi ha adottato. La mia non Bologna è un baretto ai piedi dei colli, un portico sotto cui ripararsi, un gelato il sabato pomeriggio, un giro per negozi con mia madre, una mia panchina di legno incisa da emozioni dell’adolescenza, i miei colli di notte e i loro mille ricordi, la mia piazza S.Stefano, che mi ostino a chiamare cosi nonostante per tutti sia la piazza delle 7 chiese, l’università di Giurisprudenza e la biblioteca in cui vivevo le mie giornate, via Zamboni e i suoi cento barboni e tremila studenti, l’odore di kebab, gli accenti diversi e le biciclette rubate.
Bologna è un odore diverso.
Quello della genuinità della gente che fa il possibile per nasconderlo. Chissà poi perché.
E’ strano il rapporto che coltivo e conservo con questa piccola timida città.
Mi ha cresciuto nell’età più difficile, cullato nei momenti tristi e protetto in quelli più duri.
Un bar, una passeggiata in centro, un aperitivo, un esame, una risata e un pianto su quei colli che sono gli unici a sapere, gli unici ad aver visto.
E’ sui quei colli che alle volte voglio tornare per sentirmi a casa, per sentirmi sola eppure circondata di gente, in un fragoroso silenzio ad ascoltare il rumore della notte.

- C'è una cosa a cui sto pensando in questo momento, mentre scrivo di Bologna. E sono questi cioccolatini che ho preparato qualche giorno fa. Bianchi e croccanti, fragili e genuini, con un cuore morbido e irresistibile. -

Chiara

(Grazie Elena per l'idea di questo bellissimo contest)

Nessun commento:

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails