giovedì 24 giugno 2010

Gnocchetti di ricotta con crema di patate, fagiolini e basilico.



"La Parola sembra tragga origine dalla parola latina nucleus da cui poi derivò nocchio e in inglese gnalr. Ma in dialetto Veneziano nocchio veniva pronunciato Gnoco e al plurale ovviamente Gnochi. Per via logica in italiano divenne Gnocco e Gnocchi. Se poi mette vicino la parola italiana Gnocco con quella Inglese Gnarl trovate in esse le stesse consonanti inziali GN quindi in sostanza si può dire che l’origine della parola, sia per l’italiano che per l’inglese, sia la parola latina"

Svegliarsi una domenica mattina con la febbre, aprire il frigorifero e trovare un solo vasetto di ricotta. E doversi inventare qualcosa a tutti i costi, perchè la voglia di cucinare è, come sempre, troppa.
La farina non manca mai nella mia dispensa e allora, gnocchi di ricotta. Facili, veloci e assolutamente versatili per ogni condimento.

Ingredienti:
250 gr di ricotta
160 gr di farina
5 cucchiai di parmigiano reggiano
1 uovo
sale
noce moscata

per il condimento:
3 patate
fagiolini
basilico

In una terrina unite la farina alla ricotta precedentemente sgocciolata. Aggiungete l'uovo, il sale e la noce moscata. Iniziate ad impastare con le mani, inserendo per ultimo il parmigiano. Continuate a modellare la pasta fino ad ottenere una palla omogenea e soda.
Tenete in frigorifero per circa una mezz'ora.
Aiutandovi con la farina, formate delle striscioline di 2-3 cm di diametro, tagliate con la parte non tagliente del coltello dei piccoli gnocchi e cuocete in abbondante acqua salata.
A parte, fate lessare con poca acqua le patate a pezzetti e i fagiolini. Quando saranno ben cotti, frullate il tutto fino ad ottenere una crema consistente.
Quando gli gnocchi sono pronti, saltateli in padella con la crema di verdura, qualche foglia di basilico e un filo di olio extra vergine di oliva.

Il sommelier consiglia: Cà del Bosco, Franciacorta Rosè Cuvèe Prestige

6 commenti:

francesca ha detto...

devono essere buoni con la ricotta..ovviamente li proverò! mi hai fatto venire in mente una variante da sperimentare ;-)

Paola ha detto...

Vorrei lasciare un commento più generico, ma non saprei dove scriverlo... Dopo un po' mi sono ritrovata ad entrare nel vostro blog, forse ero rimasta al clafoutis di Angela.. Ragazze, il vostro blog è semplicemente diventato ancora più stupendo, si vede davvero che lo seguite con tanto amore e passione, complimenti di cuore... E per ultimo, vorrei dirvi che le descrizioni che avete lasciato di voi sono talmente autentiche e scritte con talmente tanta passione, che ne esce una vera e propria poesia... Un bacione, Paola

Angela Maci ha detto...

Paola grazie davvero per le belle parole, non sai che piacere mi fa sapere di emozionare anche voi, anche te, mentre scrivo e cucino.grazie davvero di cuore.
Angela

Chiara Maci ha detto...

@francesca: le varianti sono sempre ben accette, provali :-)
@Paola: grazie, di cuore. I blog di cucina sono tanti e la nostra volontà non è di diventare il migliore, ma di trasmettere con il cuore, attraverso uno schermo, una passione vera che ci lega da sempre e che coltiviamo come indispensabile nelle nostre diverse vite.

Chiara e Marco ha detto...

Ah, mi sono dimenticato di dirvi che vi ho rubato la ricetta degli gnocchi per una ricettina del mio blog :D

Marco di Una cucina per Chiama

Francesco ha detto...

Ciao Chiara, ho provato a fare gli gnocchi di ricotta, ma non son riuscito ad ottenere una pasta bella soda. Ho impastato tutto in una ciotola, ma la pasta ottenuta rimaneva in modo che si attaccava alle mani e non era bella soda. Hai qualche suggerimento da darmi? Comunque anche se l'impasto non é riuscito bello sodo, per mia incapacità, ho comunque tagliato gli gnocchi e cotti con un condimento di zucchine e amalgamando con del parmigiano grattugiato erano buoni. Devo solo migliorare nell'impasto.

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails