venerdì 9 luglio 2010

Paccheri con zucchine e bottarga di Cabras



Finalmente in vacanza, le sorelle in pentola si ritrovano per trascorrere qualche giorno assieme in una delle isole più belle d'Italia che fa gola a tanti stranieri e non. Una terra ricca di tradizioni, storia, cultura, leggende ma soprattutto con un mare e delle spiagge che fanno invidia a tante isole tropicali.
Sto parlando della Sardegna, l'isola smeralda come tanti la definiscono.
Noi siamo qui per godere del variopinto frastuono della costa con il suo mare dal colore indefinibile, delle spiagge bianche e candide, delle passeggiate nei piccoli paesi costieri e dell'entroterra e sopratutto per vivere la tradizione gastronomica isolana, il blog non va mica in vacanza, eh?
Altrimenti come potremmo tenervi compagnia, senza le nostre ricette estive?
Proprio oggi ho pensato di proporvi un piatto semplice nella fattura ma che ha il sapore del mare di Sardegna.
La bottarga è uno dei prodotti più tipici di quest'isola e non potevo non procurarmene una giusta quantità per deliziarvi con la ricetta di oggi.
La bottarga è un alimento costituito da uova di pesce essiccate, in particolare di tonno e di muggine, che differiscono sia nel colore che nel gusto. Quella di tonno ha un colore che varia dal rosa chiaro a quello scuro, mentre quella di muggine ha un colore ambrato.
La sacca ovarica, estratta dal pesce femmina senza romperla, viene lavata per eliminarne le impurità e poi sottoposta a salatura, pressatura e stagionatura. È un alimento apprezzato per il suo alto tenore di proteine e per il suo sapore gustoso e saporito. In molte città dell'isola si è in passato diffusa l'abitudine di consumarla come condimento per la pasta, grattugiata come si fa con il parmigiano: l'abitudine si è poi estesa a tutta l'Italia tirrenica, soprattutto sugli spaghetti, dando vita ai cosiddetti spaghetti alla bottarga. Ma io vi propongo un'altro formato di pasta e una delicata zucchina che contrasta con il sapido della bottarga.
Provare per credere.
Da buongustaia e amante della bottarga non posso non consigliarvela semplicemente tagliata a fettine sottili (come nell'insalatina di carciofi e pere), condita con un filo d'olio extravergine d'oliva possibilmente fruttato accompagnata da un vino che ne esalta il gusto come la Vernaccia di Oristano, una Doc di colore giallo ambrato, dal profumo delicato ed etereo, con un intenso bouquet dal caratteristico sentore di mandorla.

Ingredienti: per 6 persone

500 gr di paccheri di Gragnano
10 gamberi
2 zucchine
70 gr di bottarga di Muggine
olio extravergine
sale q.b.
uno spicchio d'aglio

Preparazione:

Per prima cosa faccio soffriggere in una padella un pò d'olio con uno spicchio d'aglio, a cui aggiungo le zucchine precedentemente lavate e tagliate a rondelle. Faccio cuocere, aggiungo il sale, i gamberi sgusciati e tagliati a pezzetti e continuo la cottura per pochi minuti.
Quando la pasta è pronta, dopo 7 minuti, la faccio mantecare nella padella con le zucchine, i gamberi e la bottarga grattuggiata.
Termino il piatto per chi desidera con ulteriore bottarga grattuggiata.

La bottarga si trova in moltissime gastronomie e supermercati anche in continente (come i sardi chiamano l'Italia dello stivale) quindi non abbiate paura di non trovare gli ingredienti scelti.



Il sommelier consiglia: Attilio Contini, Vernaccia di Oristano

Nessun commento:

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails