lunedì 19 luglio 2010

Sapore di mare.


"Parlare in una macchina davanti a un portone e alle quattro e mezzo fare colazione, con i cornetti caldi e il caffelatte e quando sorge il sole dire buonanotte" (Jovanotti)

Cosa c'entra Jovanotti con un risottino di mare?
La gente della notte è forse la canzone che più rispecchia le mie vacanze negli anni passati.
La voglia di fare e strafare, senza limiti, le serate infinite a parlare con il ragazzo conosciuto al mare, le caraffe di vodka lemon interminabili, l'alba in spiaggia insieme alle amiche, le ustioni da marmitta del motorino, i tacchi in mano e il sorriso costante.
Quelle emozioni estive da tenere strette strette, anche quando cambiano le abitudini.
Quando inizi a scegliere l'appartamento al mare con la cucina, le bottiglie di vino giuste, la musica giusta, le amiche di una vita, la spesa tutte insieme, le chiacchere di fine serata, i problemi, gli abbracci e l'ultima sigaretta della giornata, insieme.
E così prendete un'isola. La Sardegna.
Una cuoca per caso. La sottoscritta.
Tre amiche non per caso. Loro.
Una ricetta. Questa.
E con questo piatto, giuro, finisce la saga della bottarga.

Ingredienti:
300 gr riso carnaroli
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
2 seppie di media grandezza
1 kg di cozze
polpa di 4/5 ricci di mare
bottarga
prezzemolo
olio
sale
1 bicchiere di vino bianco
1 dado vegetale

Preparate un soffritto di aglio e cipolla in olio e.v. d'oliva. Sistemate le seppie tagliate a pezzetti e lasciate cuocere, allungando con il bicchiere di vino bianco.
Intanto in una pentola inserite le cozze (precedentemente pulite) e lasciate cuocere a vapore con il coperchio, in modo da farle aprire e rendere più semplice l'estrazione dal guscio. Filtrate infine l'acqua delle cozze e tenetela da parte.
Versate ora il riso nelle seppie rosolate, aggiungete poco alla volta il brodo vegetale, l'acqua delle cozze e lasciate cuocere. Togliete dal fuoco quando ancora al dente, aggiungete le cozze, la polpa di ricci, il prezzemolo crudo, una manciata di pepe e ... tocco finale, la nostra bottarga!

Il sommelier consiglia: Tenute Masone Mannu - Vermentino di Sardegna, Petrizza

7 commenti:

Patricia ha detto...

Piatti come questo, più che semplici pietanze sono sogni di mezza estate.
Grazie di essere passate da me, ho letto e adorato il vostro about e, per certi versi, mi sono molto identificata con certi eventi della vostra vita, pensieri e sensazioni:)
Il concorso? ci penso, vorrei avere una bella idea (non è facile)... tra un paio di settimane decido se sono all'altezza!
Un abbraccio a voi, buone vacanze e buon divertimento:)
Patricia

Chiara Maci ha detto...

grazie Patricia, non sai quanto piacere mi faccia sapere che esperienze e sensazioni di vita vissuta siano condivise e soprattutto capite. Io ti dico una cosa, sei all'altezza eccome. La fantasia e la voglia di creare sono le uniche basi necessarie e tu, come tutte le nostre amiche blogger, le hai :-) Ti aspetto!

dolcipensieri ha detto...

ah come vi capisco: qnt notti e albe in Sardegna passate con cornetti... adesso con un bimbo non è più possibile ma i ricordi aleggiano ancora!!!! complimenti per il risotto, molto appetitoso!

Chiara Maci ha detto...

grazie dolcipensieri :-) (mia sorella Angie credo ti capisca bene, con due bambini cambia tutto!)

manuela e silvia ha detto...

Ciao! proprio gustoso e delicato questo risotto di pesce! anche a noi piace moltissimo!!
un bacione

Lucia ha detto...

Il vostro blog è favoloso e questo risottino con l'originalissima aggiunta dei ricci di mare è assolutamente DIVINO! Mi appunto la ricetta sperando di poterla provare, prima o poi...

Lucia ha detto...

Il vostro blog è favoloso e questo risottino con l'originalissima aggiunta dei ricci di mare è assolutamente DIVINO! Mi appunto la ricetta sperando di poterla provare, prima o poi...

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails