mercoledì 5 gennaio 2011

Anatra caramellata all'arancia e uno splendido sabato pomeriggio


E' incominciato così uno splendido sabato pomeriggio...
Paolo mi chiama e mi dice: "Angie, mi hanno regalato un'anatra meravigliosa, che dici, la prepariamo assieme?"
Ore 16 arriva Paolo con la sua dolce metà e con quella che sarebbe diventata dopo poche ore, la nostra cena.
Ore 16,15 iniziamo a cucinare insieme. Cosa c'è di più piacevole che cucinare assieme agli amici? Chi mi conosce lo sa, amo cucinare con i miei bambini ma non capita spesso di cucinare con gli amici. Invece è una cosa divertente, armonica, piacevolissima.
E lo è stato. Christian e Paolo hanno fatto il lavoro "sporco" mentre io preparavo tutti gli ingredienti e le pentole, vista la dimensione del volatile.
All'arancia, si la faremo così. Amo il gusto agrodolce. A mio avviso con la cacciagione poi, la frutta si sposa splendidamente.
E così ho ricordato la ricetta della mia mamma, quella con le scorzette d'arancia caramellate....e il gioco di profumi e sapori speziati è iniziato.


Ingredienti: per 5 bocche affamate
costo: medio
difficoltà: media
risultato: succulento e agrumato

Una grossa anatra
6 piccoli scalogni o due cipolle
4 arance
3 cucchiai di farina
60 gr di olio extravergine d'oliva
60 gr di burro
sale q.b.
60 gr di zucchero + una noce di burro (per caramellare)
timo
maggiorana secca Cannamela
1/2 bottiglia di vino bianco
1/2 bottiglia di brodo vegetale

Per prima cosa tagliate con un coltellino affilato la scorza delle arance, evitando la parte bianca che è la più amarognola. Tagliate la scorza a listarelle sottili e mettete d parte. Le arance rimaste spremetele e ricavatene il succo. Pelate poi e tritate lo scalogno e mettetelo in una o più pentole ( in base alle dimensioni dell'anatra) con l'olio e il burro e fate soffriggere. Infarinate i pezzetti di anatra e aggiungeteli al soffritto. Fate dorate da tutte le parti e sfumate con  il succo d'arancia. Lasciate cuocere a fuoco lento insaporendo con timo fresco e mggiorana per 2 ore circa. Controllando sempre la cottura ed evitando che si attacchi al fondo. Sfumate di tanto in tanto con vino bianco e brodo vegetale affinchè la carne rimanga morbida.
Man mano che la cottura continua, vedrete che la carne inizierà ad intenerirsi e la salsa a rapprendersi.
Poco prima di servire in tavola, in una padellina aggiungete una noce di burro e lo zucchero e fate fondere a fuoco basso. In un pentolino a parte fate sobbollire le scorzette d'arancia e quando lo zucchero inizierà a dorarsi, aggiungete le scorzette e fate caramellare.
Al momento di servire in tavola, adagiate  l'anatra con il suo sughetto e glassate con le scorzette caramellate.

Il sommelier consiglia: Il rosso dell'Abazia, Serafini e Vidotto, 2001

10 commenti:

Strawberryblonde ha detto...

Vero, cucinare in compagnia è divertentissimo...se poi ci sono uomini pasticcioni in mezzo ancora di più!

arabafelice ha detto...

Il piatto è splendido, ed il fatto di averlo cucinato in compagnia lo rende davvero speciale, vero? :-)

Angela Maci ha detto...

@Ciao ragazze, concordo appieno. Uomini pasticcioni e affamati, presenti.
Un bacio

Dana ha detto...

E' una ricetta meravigliosa!
Sento il sapore solo a vedere la foto, riuscitissima.

Claudia ha detto...

Mentre leggevo... io sbavavo... sai che non ho mai cucinato nè mangiato l'anatra all'arancia???? mi piace motlo la tua ricetta.. baci baci :-)

Manuela e Silvia ha detto...

L'anatra all'arancia è un successone sempre e comunque, un connubio tra dolce e amarognolo ceh rende questa preparazione davvero buonissima!
Chissà che cenetta vi siete gustati!
baci baci

Eleonora ha detto...

l'anatra preparata così è uno spettacolo e davvero, che piacere cucinare con gli amici..che bello!

vickyart ha detto...

adoro il gusto dell'arancia sui piatti!ieri ho fatto tacchino all'arancia, simile a questo! Piatto squisito! cioa buon anno!

Angela Maci ha detto...

@Ciao ragazze e buon'epifania a tutte...Concordo con voi, il gusto dell'arancia ingentilisce moltissimi piatti...donando quel sapore agrumato e dolce ad ogni preparazione. E poi cucinare con gli amici acquista un sapore in più.
@Claudia, molte volte alcune preparazioni ci spaventano, come può essere la cacciagione, ma credimi, quando proverai a farla, non ne potrai più fare a meno. Segui la mia ricetta nel dettaglio e vedrai che l'anatra ti sembrerà un gioco da ragazzi.
Un bacio cara.

picetto ha detto...

Che incantoooooooooooooo! Avevo già cucinato l'anatra all'arancia, seguendo, una volta, la ricetta rinvenuta su di un libro di Rex Stout, L'alta cucina del delitto che includeva un ricettario dei piatti preferito da Nero Wolfe; un'altra con una ricetta rinvenuta nel Talismano della felicita ed anche con una ricetta trovata sul Carnacina. All'epoca non c'era internet e si usavano solo le opere cartacee. Ma la tua ricetta è veramente invitante. In questa settimana acquisterò un'anatra per provarla e ti farò sapere il risultato ottenuto. Grazie a te e tua sorella per aver deciso di mettere a disposizione di tutti noi la sapienza acquisita durante la vostra vita con dei genitori speciali e per aver deciso di portare avanti questa passione. Ciao
M.G.

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails