sabato 15 gennaio 2011

Crema di topinambur e zucca al profumo d'arancia

Martedì mattina al mercato di Treviso, gozzovigliando per i variopinti banchetti di frutta e verdura, il mio occhio è caduto su una strana radice e incuriosita l'ho presa e ho chiesto cosa fosse. "Un topinambur signora".
Dico la verità, ne avevo visti in qualche negozio bio di molto più articolati, terrosi, pieni di radici lunghe e strette. Che stentavo a riconoscerlo. Ma appena sento Topinambur mi si accendono mille ricette...così l'ho comprato e appena tornata a casa, l'ho pulito, lavato e cucinato.
Il topinambur (nome che mi incanta) è una radice, un tubero come la patata. Ma mentre la patata è di uso domestico, la si trova ovunque e se ne fa un uso smisurato in cucina, questa radice è meno conosciuta e molte volte non si sa come prepararla. In Piemonte la conoscono bene perchè è uno degli ingredienti della famosa Bagna Cauda.
Ma torniamo a noi e alla ricetta di oggi: una ricetta purificante.
Dopo gli stravizi di fine anno, aspettando il carnevale e i suoi mille dolci fritti, un piatto depurativo è quello che ci vuole.
Così vi propongo una crema di topinambur e zucca al profumo d'arancia.
Non fate una faccia strana, è davvero deliziosa, l'hanno mangiata anche i bambini.

E' la versione light, quindi non prevede il soffritto con porro o cipolla che in altre situazioni metto.


Ingredienti: per 6-8 persone
costo: basso
difficoltà: facile
risultato: purificante

600 gr di zucca
200 gr di topinambur
500 gr di acqua
100 gr di latte
30 gr d'olio
sale e pepe
scorza di un'arancia.

Preparazione:
Pelate il topinambur e tagliatelo a pezzetti. Così fate anche con la zucca. Pelatela e tagliatela in pezzi.
Preparate una pentola e mettete all'interno la zucca e la radice, l'acqua, il sale, il latte e la scorza di mezza arancia che sprigionerà i suoi oli essenziali donando un delizioso sapore alla crema.
Fate cuocere a fuoco medio per 40 minuti.
A questo punto controllate che le "verdure" si siano intenerite, togliete la scorza dell'arancia e frullate con un mixer ad immersione. O se preferite nel frullatore (ha una velocità maggiore che riduce  il tutto in una crema morbida e omogenea).
Versate la creme nelle coppette o nei piatti e condite con pepe macinato al momento, olio extravergine e scorzetta d'arancia.

Se gradite, potete aggiungere un po' di parmigiano grattuggiato o una quenelle di ricotta, un formaggio light.

Bon appetit

10 commenti:

Luciana ha detto...

Davvero particolare l'abbinamento zucca-topinambur, complimenti :)

Angela Maci ha detto...

Ciao Luciana, si uN abbinamento davvero insolito ma molto piacevole...e poi e' così leggera che ne mangeresti 3 coppette! Provala! Un bacio e buon we.

stella ha detto...

Bella zuppetta, così invitante, anche io fino ad ora non ho mai avuto il coraggio di comprare il topinambur, prima o poi lo farò, buo w-e!

tiziana ha detto...

Che accostamenti, che colori, molto invitante. Brava, un abbraccio.

Aurore ha detto...

adoro il topinabour anche se da me si trova poco e quando c'è è abbastanza caro.

Claudia ha detto...

Anche se oggi le temperature son risalite un pò.. una zuppetta ci sta sempre bene.. smackkk buona giornata :-)

fantasie ha detto...

Ho assaggiato per la prima volta il topinambur a capodanno e sono rimasta stregata dal suo sapore, quindi sono sicura che mi piacerebbe da morire!

Mari e Fiorella ha detto...

Delicata,deliziosa e anche depurativa....una meraviglia....buona domenica....

Eleonora ha detto...

io invece li vedo tutte le volte che vado al supermercato...ma ci credi che non li ho mai, ma mai mangiati? devo rimediare

Christian ha detto...

Buona ricetta! Il topinambur qui a Milano si trova un po' ovunque. Si può bollire, friggere ma anche mangiare crudo in insalata. Provate! Ciao.

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails