venerdì 8 aprile 2011

Condividere un buon bicchiere di vino.

Prima di raccontarvi la mia ricetta di oggi vorrei spendere due parole sulla mia intensa giornata di ieri.
Verona quando arriva aprile, per cinque giorni diventa la capitale indiscussa del vino grazie alla manifestazione più conosciuta e più importante a livello italiano e non solo: il Vinitaly.
Ieri ero lì tra calici di vino, stand ricchi di chicche particolari e amici di una vita.
E' stato bello, istruttivo, affascinante attraversare le varie regioni italiane partendo dall'Abruzzo con i suoi vini robusti per poi entrare in Alto Adige con i suoi bianchi profumati e poi ancora a sud tra la Campania, terra a me tanto cara e la Sicilia, terra di sapori avvolgenti. E poi ancora la Puglia dove la terra diventa vino, la Toscana dove il rosso regna sovrano, la Lombardia con un occhio particolare all'Oltrepò Pavese e al Franciacorta. Per concludere con le due regioni del cuore: L'Emilia Romagna ( la mia terra natale) e il Veneto (la mia terra d'adozione e dove ho riposto i sogni e il futuro).
Credo che riunirsi tra amici per condividere un bicchiere di buon vino, per elogiare una bottiglia particolare sia bello e poetico, credo che questa manifestazione abbia colto tanti, tanti anni fa quest'essenza: la voglia di riunire appassionati, enologi, produttori, vignaioli, sommeliers per condividere una passione comune legata alla terra: il vino.
E' questo quello che io ho colto e quello che vorrei trasmettere a voi. Quando c'è passione che unisce e non divide, c'è il futuro, c'è la continuità, c'è la voglia di credere in qualcosa di realizzabile. I produttori che ho conosciuto, rivisto ieri avevano quella voglia negli occhi e questo credo sia il motore di tutto.

Dopo questa prefazione a cui tenevo molto, vi lascio la mia ricetta di oggi:
Bucatini con melanzane in versione light, si perchè dopo i calici di troppo bevuti ieri, oggi mangiamo un piatto di pasta gustoso ma senza grassi aggiunti. ( Per continuare le promesse fino a Pasqua).

Che ne dite? Vi va l'idea?
E allora, seguitemi.
Ingredienti: per 4 persone
costo: basso
difficoltà: facile
300 gr di bucatini
10 pomodorini pachino
1 melanzana grande
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
rucola fresca
sale
1 dado vegetale (a piacere)

Preparazione:
Portate l'acqua salata per i bucatini a bollore. Nel frattempo lavate la melanzana, privatela della buccia e tagliatela a dadini. Preparate una padella larga dove metterete uno spicchio d'aglio pulito e mezzo bicchiere d'acqua ( un finto soffritto). Aggiungete le melanzane a dadini e fate cuocere con un dado vegetale che conferirà sapore. Tagliate i pomodorini e uniteli alle melanzane.
Fate cuocere per 5 minuti.
Quando la pasta sarà cotta versatela nella padella e fatela insaporire con il sughetto di pomodorini e melanzane. Aggiungete un po' di rucola e servite in tavola. Un po' d'olio a crudo e sono pronti per essere gustati.
Un primo piatto gustoso e light.
Buon week-end e che il buongusto vi accompagni.

7 commenti:

salamander ha detto...

concordo sul pensiero della passione...poi il mondo del vino è molto affascinante!!!
ottimi questi bucatini

Valentina ha detto...

Effettivamente ho sempre pensato che il vino abbia un potere "aggregante". In questa manifestazione in modo particolare, ma ripensando al fascino della sua lavorazione e conservazione, alla degustazione è difficile rimanere indifferenti al mondo del Vino. Un buon vino assaporato anche a fine pasto mentre si chiacchiera, i vini "da meditazione" credo siano tra le compagnie più piacevoli a tavola, specie in compagnia. Buon fine settimana!
p.s.: questa pasta mi ricorda la mia nonna, spesso da piccola me la faceva al ritorno da scuola!

Anonimo ha detto...

Cara Angela, io amo il vino in particolare quello rosso! Ho iniziato ad apprezzarlo qlc anno fa, e vorrei tanto seguire un corso da sommelier, ma il tempo manca sempre...ahimè! Prima o poi lo farò! ;)
Il vino è passione...pura passione!
Come sempre le tue ricette sono preziose!
P.s. visto che si parla di vino, quale vino abbineresti a qs piatto?

Rob ha detto...

Abbruzzo con una b... :-D
per essere light è una bella ricetta...la provo a pranzo, visto che ho il colesterolo moooolto alto...neanche una spolveratina di pecorino? no, eh?

a questa preparazione abbinerei un bel rosato

rob (aspirante sommelier)

Mirtilla ha detto...

bellissima la prefazione,ed ancor piu'la ricetta!!
buon week!!

stella ha detto...

Bella bella bella prefazione!
Hai descritto le regioni in modo davvero fantastico!
Baci

Claudia ha detto...

Che bella prefazione...dev'essere una bella esperienza...e questa ricettina è perfetta per non rinunciare al piacere di mangiare un piatto gustoso mantenendo la linea!

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails