venerdì 13 maggio 2011

La norma, poco "a norma".

Vi avevo anticipato che, prima dei cestini di pasta fillo, ero alle prese con la norma.
In realtà volevo riprodurre un piatto assaggiato da Filippo La Mantia, ovvero "l'amatriciana che seduce la norma". Poi ho pensato che mai sarebbe stato delizioso come l'originale, quindi ... Norma sia!
Ho letto e mi sono state raccontate mille ricette di questo piatto, in Sicilia e non. Io vi confido che adoro la versione "strong", con melanzane fritte (strano, eh?).
E' come per la parmigiana. Vi prego, non mi direte che con le melanzane grigliate è la stessa cosa!
E ora ... pronti? Andiamo in cucina!





Ingredienti:
500 gr mezze maniche o rigatoni
3 melanzane
1 scatola pomodori pelati
1 aglio
ricotta salata infornata

Tagliate le melanzane a fette di 2 cm di spessore e mettetele sotto sale per almeno un'ora (in questo modo perderanno l'amarognolo).
Tagliatele poi in cubetti e friggetele in abbondante olio di semi.
A parte fate rosolare l'aglio con olio evo, aggiungete i pomodori pelati e fate cuocere per qualche minuto. Unite le melanzane precedentemente fritte.
Lessate la pasta e scolatela ancora al dente. Unitela in padella e finite di cuocere perdue minuti.
Servite con una abbondante grattugiata di ricotta salata.

13 commenti:

Single (in the) Kitchen ha detto...

mamma mia che bontà!!e concordo appieno con te...le melanzane vanno fritte....
Ciao!

Anonimo ha detto...

da sicula consiglio di non mettere le melanzane (assolutamente fritte e asciugate) nella salsa (possibilmente fatta con il pomodoro fresco) ma di comporre il piatto nel piatto ( scusate il calambur) e aggiungere un bel ciuffo di basilico fresco....

Anonimo ha detto...

Ciao sono un ragazzo, ti ho scoperto su cuochi e fiamme e da quel momento ti seguo (anzi vi seguo) anche qui sul blog. Ti faccio i complimenti sei veramente in gamba, elegante e gentile. Hai una parola carina per tutti anche se i piatti magari non sono riusciti al meglio. Sono appassionato di primi e finalmente dopo tanti dolci eccone uno da leccarsi i baffi. Senti 2 curiosità: la prima riguarda la trasmissione, come ben sai da qualche settimana è stata promossa da La7D a La7 l'ammiraglia ma se non mi sbaglio le puntate non sono nuove ma le stesse che già sono passate su la7d. La seconda di carattere personale: sulla caviglia sinistra hai un tatuaggio oppure era il disegno della calza? ciao e complimenti ancora. Andrea

Federica ha detto...

Questa è identica alla mia versione(o meglio quella della mia mamma,tramandata a me).
Modestamente penso sia anche la migliore!
E poi hai proprio ragione,le melanzane fritte sono un'altra cosa! :D

cinzia ha detto...

oggi ho provato a farla e la trovo fantastica !!!! :)

iris ha detto...

è vero che ci sono diverse versioni. quella che conosco io, e che ho mangiato a Catania, prevede la cipolla invece dell'aglio e la melanzana chiaramente fritta. grande piatto!!!

carla ha detto...

Fritte assolutamente fritte! sono d'accordo ma anch'io preferisco non metterle nel sugo ma diretta mente nel piatto, e non ci crederai ma pensavo di farla domani sera!

la duchessa ha detto...

Confesso che anche io ho cercato il tuo blog perché mi sono incuriosita guardando Cuochi e Fiamme. Seguo diversi blog di cucina, non sono una cuoca sofisticata ma ho un buon palato e mi piace imparare da tutti ;-) Chiara anche a me ha colpito la tua gentilezza verso i concorrenti e la delicatezza con cui commenti i piatti. Concordo con l'anonimo di sopra anche se il tatuaggio non l'ho notato ;-) :-)

la duchessa ha detto...

Dimenticavo, la Norma la faccio uguale uguale, solo che metà delle melanzane fritte le metto nel sughetto e l'altra metà alla fine subito prima della ricotta salata ;-)

littlekitchenworld ha detto...

questo e' il mio piatto siciliano preferito. Da buona napoletana, approvo le melanzane fritte!! Alla prossima bonta'!!

Anonimo ha detto...

la vita è proprio strana ! chi lo avrebbbe mai detto che dopo tanti anni, curiosando fra i blog di cucina ai quali mi sono da poco appassionata avrei trovato voi.
incredibile
vi starete chiedendo,cosa vuole questa pazza?
in realtà nulla, solo salutare tramite voi la vostra mamma che conosco da molto molto prima che voi nasceste.
chiedetele se si ricorda di marzia
di voi due e di stefano ho un ricordo di tanti anni fa nella cucina della vostra bella casa alle prese con una cioccolaa che, per colpa mia, è diventata troppo densa!

complimenti per la professionalità e il garbo che traspare dal blog
un saluto affettuoso
marzia

cristy ha detto...

L'ho fatta oggi a pranzo. Avevo ospiti ed hanno gradito molto! Rigorosamente fritte!
Nel pomodoro metto anche un po' di basilico alla fine ;-))

Anonimo ha detto...

Posso consigliare la ricotta salata non infornata? Fa' la differenza! Letizia (siciliana DOCG!)

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails