venerdì 20 maggio 2011

Mollare tutto, per ricominciare.

"Io non so se smetterò di scrivere cosi, di punto in bianco. Un giorno, per caso.
So che ho iniziato a scrivere quando ero troppo piccola per un ragionato uso dei congiuntivi, ma abbastanza grande per poter sognare. Il mio primo libro "Piccole poesie" all'età di 8 anni. Ne ho ancora qualche copia. E quando le rileggo, sorrido di una bella ingenuità, quella che solo a 8 anni si può avere.
Ho iniziato a dipingere a 13 anni. Scrivevo e dipingevo le emozioni, i volti, le persone, le cose, gli oggetti, i paesaggi. Ho sempre dipinto volti, mi piaceva il dettaglio. Mi piaceva giocare con le espressioni, inarcare un sopracciglio e veder cambiare un viso, storcere un po la bocca e trovare un'altra persona, pennellare senza sentimento e vedere un quadro vuoto.
Le tele, le pagine, le parole, i dipinti, rispecchiano quello che sei. L'artista. Che tu lo sia o no.
Ma tutti un po lo siamo.
Io sono un'artista, mancina, sagittario, ibrida senza equilibrio.
Legata fortemente alle persone, attaccata con i denti alle emozioni, ma slegata totalmente dai luoghi, dalla stabilità, da tutto ciò che ti frena e ti sedimenta.
Fotografo tutto. Non ho tecnica, nè conosco nulla nel dettaglio. Ma adoro fotografare.
E' che secondo me è un peccato non farlo. Bloccare un momento, un istante, un paesaggio, una sorriso, un fiore, un campo, un colore...è una cosa incredibilmente incredibile.
Per me è futuro poter fermare il tempo.
Io fotografo tutto perchè mi piace riguardare, ricordare, rivivere.
Fotografo. Scrivo. Dipingo.
Questa sono io "


Scrivevo questo post il 29 ottobre 2008, sul mio blog personale.
Vi ho già parlato di quel blog. E' un pezzo della mia vita importante. E' stato il trasferimento, è stato una nuova città, è stato un lavoro folle, è stato un anno di pianti isterici, è stato un amore impossibile, è stato un cambiamento radicale ed è stato una scelta. Quella di cambiare vita.

Ricevo ogni giorno decine di mail di persone che mi scrivono di voler cambiare vita, di volersi licenziare per inseguire il proprio sogno, di voler interrompere gli studi per ricominciare, da zero.
Quando rileggo le pagine del mio vecchio blog, penso a voi. Penso a tutte le persone che vivono un conflitto interiore e non hanno la forza di reagire. E chiedono consigli a me, che non sono nessuno e che difficilmente posso dare consigli, avendo una vita confusa e sempre più disordinata.
Eppure, nel mio disordine e nel mio finto equilibrio, sono felice.
Perchè ho scelto io, per una volta. E ho scelto di sacrificare amori, amici, estati, nottate, per inseguire un unico sogno.
Che non era quello televisivo.
La televisione, che per molti è un punto di arrivo, per me è semplicemente un lavoro. Come tanti altri.
Con la differenza che la gente ti riconosce per strada, ti scrive, ti ammira, ti critica, ti invidia.
Sono all'inizio e sto imparando, un po' alla volta. Ma mai smetto di farlo. E mai smetterò.
Perchè vivere di stimoli continui è anche questo.
Ricordatevi, se tutto gira per il verso giusto, non è mai un caso. C'è sempre qualcuno che, pur non vedendosi, si è fatto il culo. E se non siete voi, pensateci su :-)

Dunque tutto questo per dirvi che avrei voglia di aprire una sezione, qui.
Che non ha nulla a che vedere con le ricette, ma che è altrettanto emozionante.
Perchè sono post di una persona che aveva voglia di cambiare la propria vita e l'ha fatto.
E quella persona si faceva chiamare Macy.
E il suo blog era Io, in fila.

"Io in fila" perchè in una delle mie tante notti sbagliate, la "persona" che mi stava accanto mi disse che sarebbe stato un bel titolo per un libro. Io in fila perchè non sono mai stata prima. Io in fila perchè ho sempre atteso il mio turno. Io in fila perchè non mi piace passare avanti alle persone. Io in fila perchè prima o poi chiameranno il mio numero. Io in fila perchè non ho tempo da perdere, ma so aspettare. Io in fila perchè non perdo la pazienza, mai. Io in fila perchè guardo quanta gente ho dietro di me e sorrido. Io in fila perchè io non scappo. Io in fila perchè non cambio corsia per una stupida legge di murphy. Io in fila perchè credo nella mia fila. Io in fila perchè quando arriverà il mio turno sarà il MIO turno e di nessun altro. Alcuni avranno già avuto quanto possibile e altri aspetteranno. Io in fila e non solo io, in fila. Io in fila, ma anche io accanto, io sopra, io sotto, io dentro.

Macy

26 commenti:

Babs ha detto...

vabbè, oggi faccio pure gli straordinari e ti riscrivo :)))))) non prenderla come abitudine! sai che non riesco a stare dietro ai ritmi che tenete tu e Angie!
Bello, quoto lo spazio. Mi piace molto questa introduzione. E' proprio come te.
Baciuz!

Lisa ha detto...

Bello Chiara,

davvero bello. Io che sono diversa da Te, io che amo la casa, la stabilità, io che amerei avere tutto in ordine (poi non lo è nella realtà), che nella vita per lavoro ordino carte d'archivio polverose, che vivo per i miei gatti e per i miei Cari ... diverse ma comunque in fila rispettose di chi ci sta di fronte, ed apprezza un sorriso sincero. Mi piace questo spazio, siamo diverse eppure Ti seguo sempre con ammirazione per come sei. Brava davvero, anche per come scrivi ...

kisskiss ha detto...

Chi di noi non si rispecchia in questo post?!
Bellissimo! Emozione nel leggerlo e strascico di emozioni dentro, dopo averlo letto...
Il potere delle parole... :)

meggY ha detto...

Favolose parole, favolosa te e favolosa seconda vita che ci attende ... Grazie, un bacio

Federica ha detto...

Eh già,chi non si rispecchia in questo post?
Queste parole vorrei rubartele,ma non me la sento,perchè è vero,sono parole nelle quali un pò tutti si rispecchiano,ma allo stesso tempo sono "intime",personali,e non mi sembra giusto!
Ti faccio però il mio in bocca al lupo per questo nuovo cammino intrapreso!

eleo dp ha detto...

Molto bello questo pezzo! Mi chiamo Eleonora e ho scoperto da poco il tuo blog. Mi piace molto, ho già rubato la ricetta della Lemon Cake...
Ricambio, se vuoi, con la ricetta del mio salame al cioccolato che trovi nel mio blog all'etichetta "ricette".
Tanti coplimenti :D

Ago ha detto...

Bello, molto bello quello che scrivi Chiara! Bello perchè è vero, soprattutto la parte finale...tutti siamo in fila fin oa che non tocca a noi, o almeno tutti dovremmo! C'è chi la fila non la fa affatto e nemmeno si fa il mazzo per arrivare, perchè è già arrivato per privilegi e conoscenze, ecc....preferisco fare la fila e scegliere anche come arrivare al mio numero...:-)
bacissimi
Ago

labandeibroccoli ha detto...

bellobello questo post.
abbiamo cliccato sul bold di "io in fila", speranzosi e avidi di poter continuare a leggere, ma ahinoi non era linkabile. aspettiamo nuovi post.

viola ha detto...

Credo che in questo post ci riconosceremo in molti. é molto bello quello che hai scritto, tutto quello che nasce da un conflitto arriva con molta forza, come queste tue righe profonde e sentite, vissute, sofferte, respirate.....
Mi piace questo nuovo spazio, credo che in alcune, fiìorse molte cose, mi ci potrei ritrovare....
Un bacione

pasticciona ha detto...

molto molto interessate,anche perchè in quel "io in fila perchè..." mi ci trovo moooooolto

Eka ha detto...

Queste tue parole sono a dir poco perfette. Buon fine settimana

Lighea ha detto...

Toc, toc ... posso? Ciao Chiara,
é da un pò che seguo il tuo blog, ma sarebbe giusto dire il vostro, perché non bisogna scordare Angela. Avete avuto un'idea bellissima: due sorelle e una passione in comune. Fantascienza per me che con mia sorella siamo come il giorno e la notte. Oggi però voglio complimentarmi non per le ricette, ma per come scrivi e, a costo di apparire vanesia e presuntuosa, ti dico che il tuo stile mi piace e assomiglia molto al mio! Anche io appartengo a quella schiera di persone che vorebbero mettere un punto e cambiare vita, città, lavoro, amici ... Anche io ho un sogno nel cassetto, ma zero euro per mollare tutto e rischiare un nuovo inizio. Ma non smetto di sperare. Non ho mai scritto commenti ai vostri post, ho solo seguito le vostre ricette e i vostri suggerimenti passo dopo passo e devo dire che ogni volta é stato un successone. Oggi, invece, ho sentito l'esigenza di bussare alla porta, chiedendo permesso, io sono così non voglio disturbare, perché le tue parole mi hanno toccato il cuore. Io ti auguro che il tuo disordine e il tuo finto equilibrio, durino finché non avrai nuovamente voglia di far cambiare rotta alla tua vita.
Un abbraccio, Giusi.

Chiara Maci ha detto...

Grazie ragazze. Ci saranno post in cui ci ritroveremo tutte, davvero. Con le nostre sfighe, i nostri successi, i nostri chili di troppo, i nostri capi allucinanti, la nostra vita alle volte assurda e alle volte magnifica proprio per questo.

A te, Giusi, un grazie particolare. Per le parole e per aver commentato qui. In tanti non lo fanno, mi scrivono privatamente per scelta. Ma ho apprezzato e spero di averti qui sempre più spesso :-)

la duchessa ha detto...

Ciao Chiara,
benvenuta alla nuova sezione, allora!
Personalmente intendo il blog (il tuo come il mio come quelli che leggo) come un "luogo" dove poter lasciar andare pensieri, esperienze, momenti di vita vissuta o interiore; in questa prospettiva naturalmente ciò che il blogger sente di metterci dentro deve sempre essere il benvenuto. Con ciò, commento anche il signor biologo nutrizionista che due o tre post fa ha goduto come un pazzo a fare l'isterica sul tuo essere o meno diva eccetera eccetera: il mio blog è mio, nessuno è obbligato a leggerlo o a farselo piacere, se non gradisce quella crocetta rossa in alto a destra serve a chiudere la finestra ;-) O no?
Baci
Alef

cucino IO ha detto...

^^ Anche io sono mancina,sagittario,un'artista,amo la fotografia,ma di più,come tu hai scritto,frenare l emozione di quell attimo,non tanto l attimo in sè....condivido molte delle cose che hai scritto....per cui mi sono sentita di commentarti (dato che anche a me piace tanto scrivere!),dicendoti che l esprimere se stessi è il modo più altruista per arrivare agli altri...e tu lo fai in maniera ottimista......(anche con i giorni,o periodi,no^^)!!!
Flavia

Mommy ha detto...

ke belle parole

Cinzia ha detto...

bello l'approccio e lo stile di vivere piuttosto che "lasciarsi vivere" da quel che sta di fuori.
Brava, ti penserò come un capitano, capace di "strambare" la sua barca ad ogni punto fermo della vita
Un abbraccio!

Cleare ha detto...

mentre leggevo mi son venute le lacrime agli occhi..nn perchè fossi triste ma perchè mi son riconosciuta in qualche frase..e poi è troppo bello il tuo modo di srivere..semplice, diretto..
Ti abbraccio anche se nn c conosciamo.
Cleare

Eraldo ha detto...

Mi ci ritrovo in tutto .......................Chiara sei veramente una Bella Persona.....più ti seguo e più mi piaci.
Davvero un bel post

francesca ha detto...

brava chiara, hai aperto un nuovo spazio pieno di cuore come questo blog. sono sempre con voi e condivido tutto. in bocca al lupo sempre.

eve ha detto...

bellissimo questo nuovo spazio, ed anche il post personale che ne è seguito. scrivere è la malattia da cui guarire è più difficile ed io spero che tu continui sempre ad esserne in balia. ti abbraccio forte forte.

Anonimo ha detto...

...è incredibile quanto sia facile trovare nelle storie degli altri ...tanti punti (o virgole, o punti esclamativi , o di domanda) ...in comune con la propria. è più facile di quanto possa sembrare. :D p.s. leggere ciò che hai scritto "Io sono un'artista, mancina, sagittario, ibrida senza equilibrio.
Legata fortemente alle persone, attaccata con i denti alle emozioni, ma slegata totalmente dai luoghi, dalla stabilità, da tutto ciò che ti frena e ti sedimenta".
...potrebbe tranquillamente essere anche una pagina del mio libro. a parte che non sono mancina ahahahah :DD .Terry

Simona ha detto...

E' la prima volta che scrivo un commento, nonostante il vostro blog sia un appuntamento fisso per me: ogni mattina, dopo la lettura dei quotidiani..vengo subito a vedere se c'è qualche nuova ricetta! Ho però deciso di lasciare il mio primo commento a un post non culinario: Chiara (mi rivolgo a te come se ci conoscessimo da tempo, perchè mi sembra realmente di conoscerti..)il tuo blog mi emoziona, come hanno già detto altre mi riconosco in alcune tue frasi o passioni, come quella della fotografia senza tecnica (anche io fotografo di tutto..senza aver chissà quali conoscenze) o della scrittura. In questo momento della mia vita in cui ho perso delle amicizie per me importanti, che però non erano altrettanto importanti per chi era dall'altra parte... beh, sarò esagerata..ma leggere le tue parole mi fa sentire vicina a una persona che non conosco (ma che tutte le sere vedo in tv :D).
grazie Chiara (e ovviamente grazie Angela, per le ricette meravigliose)

Stefania ha detto...

Cara Macy..... volevo scrivere Cara Chiara ma risultava cacofonico.... bella questa sezione del tuo blog, sai scrivere molto bene, arrivi al cuore.... grazie!

iL BoLZaNeSe ha detto...

ciao,
mi chiamo Gabriele e ti seguo spesso in tv, ma mi ero perso la parte più importante di te, te stessa.
quando ho letto chi sei veramente, quello che hai fatto, i sogni inseguiti e mille granelli di sabbia persi nella mano, mi sono piacevolmente sorpreso.
poi quando ho letto quanto hai scritto in questa sezione mi sono convinto a risponderti, a comunicare con te.
non voglio dilungarmi troppo, quello che ti vorrei dire è che ti ammiro, fino in fondo e che ti capisco.
ti ammiro per quella forza che traspare tra le righe, tra i mille infarti emotivi, ti ammiro per tutta l'energia che hai messo e per quello che hai raggiunto e per tutto quello che il futuro in quasi concausa ti preserverà.
ti capisco perchè anche io, come molti ti hanno scritto, ho voluto ad un certo punto della mia vita ricominciare completamente da zero. e ti capisco perchè lo sto mettendo in atto, anzi, oramai il più grosso è fatto. ho mollato casa, lavoro praticamente fisso e affetti e chissà cos'altro per trasferirmi in un'altra città, tra lo studio e il primo lavoro che capita. è abbastanza folle? si avvicina un pò a quello che hai fatto tu? forse, ma non importa, non deve essere uguale, è solo per ribadire che capisco, almeno in parte, quello che puoi aver passato, prima di raggiungere anche solo un micro risultato e la piena felicità. perchè a vederti in tv o a leggerti sul blog sembra stato tutto facile, quasi automatico, o quando dico io che mi trasferisco in un'altra città per inseguire un mio sogno sembra tutto molto vuoto, ma nella realtà, quello che c'è prima e, spesso, anche dopo, non è affatto semplice o vuoto.
sto scrivendo decisamente troppo, perdonami,
ancora una volta complimenti e piana ammirazione, spero tra qualche tempo di essere fiero e felice di me stesso, dopo questo cambiamento, come lo sei tu ora, o almeno in parte.

buona vita, sempre intensa e ricca di inseguimenti ai sogni,

ciao

Anto ha detto...

...inseguire un sogno...il sogno...
Ti ho scoperto per caso, o forse no...ma ora più che mai sento che arrivato il momento di vivere e di stare bene, inseguendo il proprio sogno, avendo coraggio di essere ciò che si é, senza paura, con la bontà nel cuore e il sorriso che illumina il viso... non importa andare controcorrente, ciò che conta é sentirsi vivi e autentici!
per ora complimenti per tutto!

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails