martedì 24 maggio 2011

Post de l'adieu

23 novembre 2008

Oggi i miei genitori sono partiti. Sarebbero dovuti rimanere qualche giorno a Milano, ma l'insofferenza di mio padre ormai la conosco. Siamo simili in questo. Lui, con gli anni, ha accentuato un'irrequietezza e un bisogno di non stabilità, rari. Non riesce a stare più di tre giorni nello stesso posto. Figuriamoci a Milano.

Prima di partire, abbiamo parlato della possibilità di licenziarmi. E, per la prima volta, mi ha fatto capire con gli occhi più che con le parole che mi stima. Ci siamo salutati nei pressi di Porta Romana, in macchina, in doppia fila. Lui al posto di guida, io esattamente dietro. Mi ha allungato la mano e io gliel'ho stretta. E lui l'ha stretta ancora più forte. E mi ha detto: "mi raccomando, tesoro. forte, come sempre. ti aspettiamo".

Poi sono scesa e ho iniziato a camminare. La domenica ho un'esigenza forte di camminare da sola.
E' come se fosse il giorno che dedico a me. E al pensare. A me.
Non sarà facile ritornare. Ma mai come oggi sono convinta di quanto sto per fare. Ho bisogno di stimoli continui, ho bisogno di sentirmi viva ogni giorno, ho bisogno di migliorarmi sempre, mettermi in gioco ad ogni risveglio. E questa sarà la mia condanna, lo so.

Ma se è vero che ogni lasciata è persa, io mi prendo quello che posso, per me. E scappo.
No, non è una fuga. E non è neanche un ritorno. E' un nuovo viaggio, più consapevole e maturo.

Grazie a me, a te e a tutte le persone che in due anni mi hanno sorriso e strillato. Perchè le prime possano continuare a farlo e le seconde capiscano prima che sia troppo tardi la bellezza della libertà. Senza maschera, così nature. Perchè non è con una maschera che ci si protegge e non è difendendosi che ci si protegge. E non è negando il passato che lo si cancella.

- Questo l'ho imparato dopo anni di colpevolizzazione interiore. Per aver regalato ore, giorni, anni di ragionamenti, di spiegazioni, di lezioni, a persone che non hanno mai capito niente. Perchè lo impari con gli anni quanto sia più facile chiudere le orecchie davanti a un commento, piuttosto che ascoltarlo. Perchè stare zitti e annuire è semplice, ma le persone come me, non lo faranno mai. Perchè scrivere, capire e criticare, cazzo, non è da tutti. Perchè la leggerezza io la invidio, ma mai farà parte di me. Perchè se prima archiviavo, ora cancello. -

Volo via con tanti insegnamenti, con la convinzione che davvero a Milano si cambia, con la concretezza che il lavoro stanca, con la voglia ancora più forte di stancarmi ma anche di concedermi il lusso della serenità, con la consapevolezza che il tempo è davvero denaro e la sicurezza che sorridere ripaga, ripaga sempre nella vita.
E che, se è vero che tutto torna, mi aspettano tempi fantastici.

- oggi mi sono accorta che io non so abbracciare le persone. non riesco. non so stringere le persone a me. non cosi forte come si vede nei film, non cosi forte come si dovrebbe. e ho pensato che forse dovrei imparare. perchè cosi, forse, non andranno più via. -

Non chiedetemi perchè parto.
Parto per imparare ad abbracciare, forte, le persone.
Perchè Milano insegna tutto, ma non questo.

19 commenti:

grigiotortora ha detto...

ma quanto è vero, condivido quasi tutto, anch'io di domenica cammino e rifletto. mi viene il dubbio che sia quella parolina magica a produrre nelle persone questi pensieri ... comunicazione ... mah

Ros ha detto...

abbracciare forte una persona a cui si vuole bene è una cosa meravigliosa...ma se le persone che ti amano sanno come sei basterà anche un solo sguardo per abbracciarli forte!

angicoock ha detto...

Se questo e' il prezzo x la serenita' parti pure e senza rammarico. Stare bene con se stessi e con gli altri non ha prezzo e per quante cose possa insegnarti Milano di certo non potra' darti la serenita' (per me e' stato così). Quindi di cuore BUON VIAGGIO. CHE POSSA ESSERE LUNGO, GENEROSO E PROFICUO.

monica ha detto...

Cara, io non ancora non ti conosco ma da quel che leggo sei un persona davvero speciale. Posso solo mandarti un grosso baciotto e agrarti buon viaggio.

germana ha detto...

Tanti auguri cara che tu possa trovare quello che vai da sempre cercando.
un abraccio

kristel ha detto...

Anche io come Monica ti conosco poco pero' ti auguro di fare quello che ti piace davvero. E' un lusso, non tutti possiamo farlo. Ma una vita di rimpianti non é bella. Quindi vai e si te stessa. Un abbraccio e buona fortuna!!

Anonimo ha detto...

Ma Chiara é già partita e guardate dove é già arrivata! Spero che il viaggio duri ancora e che le riservi ancora tante belle sorprese.
Io mi rivedo in lei, ma a me sono mancate tante cose, a partire da padre che mi stringesse la mano!
Giusi

Soribel ha detto...

tanti auguri cara..

eve ha detto...

tesoro, anche da lontano, chi ha sentito il tuo profumo, ti augura "buon viaggio" col cuore, qualunque sia la meta che cerchi e la strada che sceglierai per raggiungerla.

CarolinaForPlanet ha detto...

Ciao,apprezzo molto il vostro blog. Il mio di cucina,da poco nato l'ho dovuto chiudere momentaneamente per alcuni problemi. Ne ho un altro però che è nato davvero da pochi giorni e avrei bisogno di supporto. Posso chiedere a tutti i vostri lettori di darci un'occhiata?
http://bethechangeyouwantseeintheworldit.blogspot.com
E' per sensibilizzare le persone sulle problematiche ambientali,mi farebbe piacere avere un gran numero di lettori. GRAZIE MILLE.

Chiara Maci ha detto...

grazie ragazze. il post è di due anni è mezzo fa. Dopo qualche mese ho mollato tutto davvero. Ed eccomi qui.
Si rinasce e tutto ciò è impagabile.

lory ha detto...

Brava! Sei stata coraggiosa, brava e anche fortunata! Sei un incentivo per tante di noi che come te, vorrebbero mollare tutto e dedicarsi totalmente a quella che non è semplicemente una passione ma qualcosa in più.... Ti ammiro e continuo a seguirti... Con stima!

Claudia ha detto...

Ci vuole coraggio a dare una scossa del genere alla propria vita, lasciare tutto alla ricesca di nuovi stimoli, nuove emozioni...beh, a te che l'hai trovato, ti auguro di riuscire a realizzare ciò che desideri nel profondo del tuo cuore!

chiara ha detto...

brava! anche io, come te, nel novembre del 2008 ho deciso di lasciare la mia Bologna per ritrovare me stessa in un'altra città: ed eccomi ora a Roma ormai da 3 anni, più ricca di prima. ed ho anche io imparato ad abbracciare forte forte le persone. come prima.

lagioi ha detto...

Chiara, ecco cos'è di te che mi piace così tanto...rileggermi, rivedermi!
Ho fatto una scelta tipo la tua tre anni fa, quasi un salto nel buio e mi ritrovo oggi a benedire quel giorno!.
Un enorme abbraccio stretto e forte!!

Lisa ha detto...

Che bello, da pelle d'oca. Tutte Noi possiamo pensare e riflettere su queste parole, perché non sappiamo prendere la vita alla leggera ... I percorsi diversi ed uguale, la stessa consapevolezza che a 40 anni abbiamo abbracciato poco Chi ci ama davvero, ed é importante per non dovere mai pensare e pentirci di non averlo fatto mai abbastanza. La malinconia che traspare in queste parole datate forse non dipende dalla vita che hai scelto, ma penso faccia perte di Te, penso che sia la bellezza del Tuo carattere, penso che vada ascoltata e presa per mano, non buttata in un angolo, é la bellezza stessa che appare dai Tuoi occhi grandi, fascinosi proprio perché velati di sensibilità, e detto da una donna vale di più. Baci ..

W.D. ha detto...

Che coraggio! Io non l'ho ancora trovato! mi piacerebbe parlare con te, capire un pò come si fa, cosa succede, dove si va. Brava, davvero.

marcot90 ha detto...

Bel post! Complimenti! Condivido appieno molti dei pensieri che esprimi in questa sezione "Io, in fila". Anch'io ho iniziato a scrivere un blog per sfogarmi in questo momento difficile della mia vita...se ti va facci un salto appleenonsolo.blogspot.com. Grazie e continua cosi!;)

alessia ha detto...

..potrei dirti che condivido, che ho condiviso, che scegliere le emozioni e l'amore e ricordarsi ogni giorno di averle scelte e di poterne godere non ha prezzo..potrei dirti questo e ne sarei convinta,ma voglio dirti altro:non avrei mai creduto, in un blog di cucina (cercato per mera curiosità), di trovare dei post così delicatamente e sensibilmente introspettivi e, soprattutto, così capaci di trasmettermi, di nuovo, l'amore - immenso - per lo scrivere di sè, amore di sempre, seppellito dal (banale) gran da fare e dalla sempre odiosa fretta..ti ringrazio per aver avuto la capacità, con i tuoi bei post, di ritrasmettermi, anche solo per un attimo, questa forte passione e complimenti (tanti!) per i tuo scritti e per i isultati delle tue scelte

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails