martedì 28 giugno 2011

Come quei tulipani che compro per casa mia.

16 marzo 2010

C'è qualcosa che non va.
I tulipani fucsia sono ormai sbocciati e li, nel mezzo, ce n'è uno ancora chiuso. Da giorni.
Non vuole uscire e probabilmente avrà ragione lui, alla fine.
Hanno consegnato da poco lo Champagne per stasera e il biliardo ha finalmente tutte le biglie in ordine. Ho improvvisato un'insalata con lattuga, arancia, noci, patate, finocchi e mais, che mangio con aria soddisfatta, e mi convinco che l'aceto balsamico non sta bene sempre su tutto. E allora bastano olio e aceto, oggi.
Sfoglio uno splendido libro di ricette al cioccolato e intanto leggo il contratto di collaborazione occasionale per il Vinitaly. E ripenso a mio padre che mi dice di non accettare mai lavori in cui ti tocca rispondere a qualcuno sopra di te, perchè sopra di te ci devi essere solo tu. E ride quando parlo di team o di ipotetiche società, perchè la miglior collaborazione è con se stessi. Sempre.
E allora accetto un lavoro in fiera come hostess sommelier sottopagata e sovrasfruttata per dimostrargli che ho bisogno di imparare anche io, ancora. Per dimostrargli che lavorare da soli è un'enorme soddisfazione ma è un difficilissimo traguardo e tutto il tempo libero che si guadagna alle volte spaventa e ci sono momenti in cui hai paura. E la paura è tanto eccitante quanto fastidiosa.
Rimando via fax il contratto firmato e penso alla buffa divisa che mi toccherà indossare. E penso che quando arriverà nel mio stand, mio padre riderà.

Non ricordo più cosa non andasse all'inizio di questo post, ma voglio credere fosse quel tulipano nel mezzo. Un pò lo invidio.

Macy

4 commenti:

Alessia ha detto...

finalmente leggo un bel brano di diario..sarà che io stessa ultimamente sul blog mi sono impigrita, ma leggere qualcosa che non sia solo il procedimento con cui ottenere una ricetta, alle volte fa bene anche all'anima. E pure gli occhi ringraziano.
:D

EMMA e GIO ha detto...

Oggi la penso anche io così-

ladynight ha detto...

"il tulipano nel mezzo"...

probabile l'unica cosa che "va"

aprire l'anima fa sempre bene, ...bello.

valentina.sch ha detto...

Per scommettersi ci vuole coraggio, per arrivare al traguardo ci vuole umilta', per non cadere e mollare tutto ci vuole un padre che con un sorriso a te familiare ti dica ogni volta che sei la prima di tutti...
Buonanotte Vale

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails