mercoledì 27 luglio 2011

Cantucci con farina di farro, uvetta e pinoli


Ci sarà sicuramente qualcuno di voi che penserà: perchè mai accendere il forno per fare i cantucci, con queste splendide giornate di sole, calde e afose?
Io vi rispondo: dove vivete??? Perchè a Nord-Est è brutto, dappertutto o quasi. Piove e fa freddo!
In montagna 6°!!!A Treviso 20°!!! Oggi 27 luglio sembra una giornata d'autunno. E non solo oggi.
E allora capirete perchè mi fa piacere accendere il forno come in una splendida mattinata d'autunno.
I cantucci ve li ho già proposti qui con tè matcha e pistacchi. Oggi invece ve li regalo con farro, uvetta e pinoli. Molto, molto buoni. Credetemi sulla parola.
Li ho preparati e poi fotografati in un angolo di giardino con il sole che scaldava e impreziosiva con i suoi raggi ogni pezzetto di uvetta, ogni singolo biscottino.
Provateli se potete, fatti in casa hanno una marcia in più.
A cosa li abbiniamo? un buon Vin Santo come vuole la tradizione o uno Sherry, un Marsala, un Moscato  Rosa.



Ingredienti: per 30 cantucci
250 gr di farina di farro
200 gr di zucchero a velo
1 cucchiaino di lievito
scorzetta di un limone
50 gr di uvetta sultanina
180 gr di pinoli
2 uova
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

Cominciate a frullare la scorza del limone con lo zucchero a velo (in un robot o frullatore) per sprigionare gli oli essenziali del limone e profumarne lo zucchero.
Spostate lo zucchero in una terrina e aggiungete tutti gli altri ingredienti, esclusi i pinoli.
Impastate con forza fino a creare un impasto sodo ( che assomiglia ad una pasta di mandorle). Aggiungete all'interno del composto (che è diventato scuro per la presenza della farina di farro e le uvette) i pinoli.
Formate due cilindri, posizionateli su una teglia rivestita di carta forno e cuocere in forno caldo per 20 minuti a 180°.
Tagliateli ancora caldi trasversalmente e tostateli per 5-7 minuti a 180°.
Lasciate raffreddare e servite abbinati ad un bicchierino di Vin Santo, come si usa in Toscana, in particolare a Prato, terra di origine di questi splendidi biscottini, conosciuti in tutto il mondo.



8 commenti:

pips ha detto...

magari le giornate da me fossero come le avete descritte voi, belle e piene di sole. Qui il sole è pallido e debole, se deve venire così potrebbe anche evitare ;) Detto questo, impazzisco per i cantucci e la vostra versione dev'essere buonissima. Con i gusti rustici che personalmente amo, tutti da inzuppare... niente di meglio per iniziare bene la giornata ;)

Lighea ha detto...

Non sai quanto desideri le vostre giornate autunnali. Qui, a Modica, abbiamo sfiorato i 40° e se si soffre il caldo, si odia l'afa e l'umidità e non si può raggiungere il mare perché bisogna andare in ufficio ... Scometto che se metto i biscotti a cuocere sul davanzale della finestra evito di accendere il forno! Mi ripropongo di farli quando, e se, arriverà l'autunno.
Giusi

Claudia ha detto...

Che bella questa nuova grafica del blog!!! E che buoni questi cantucci...i biscotti ideali per coccolarsi in queste fredde giornate estive! Qui piove e fa freddo...sembra autunno! :-(

Lipstick ha detto...

Io sono neo arrivata nel vostro blog e non so come fosse prima. Certo è che questa versione a me piace molto! E poi i cantucci ... sono squisitissimi e in questa versione mi sembrano ancora più invitanti. Bellissime le foto =D

salamander ha detto...

concordo: accendiamo serenamente il forno che tanto più di 15° non ci sono!!!

Aria ha detto...

questi li voglio! io il forno non lo spengo mai! bellissima ricetta!!!!

Giordana ha detto...

Buoniiiii!:)

Alessia ha detto...

adoro queste variazioni sul tema dei cantucci..

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails