venerdì 15 luglio 2011

Pomodori rossi gratinati in forno con mozzarella di bufala


Sono nata in Emilia, sono cresciuta in Campania da padre leccese e madre bolognese, ho girato l’Italia, l’Europa, parte del mondo, adesso vivo in Veneto.
Tutto questo per dirvi cosa? Che nelle mie vene scorre sangue misto, scorrono sapori  e odori diversi assaggiati nel corso della mia vita: buona parte di essi mi hanno lasciato in bocca un ricordo autentico e particolare. Ma c’è un solo sapore che sento mio nel più profondo, che mi accompagna da sempre, che mi identifica: il pomodoro.
Il pomodoro sa essere il protagonista, sa stare in compagnia e dialogare con altri ingredienti senza mai essere invadente. E’ buono cotto, crudo, appena scottato, sott’olio, essiccato al sole. Per me una frisella senza pomodoro non sarebbe una panzanella, uno spaghetto sciuè sciuè non sarebbe tale senza la dolcezza e l’acidità leggera di un pomodorino del Vesuvio o un rosso di Pachino. E la caprese non sarebbe tale senza il cuore di bue della Penisola Sorrentina con il fiordilatte e il basilico fresco a foglia larga e riccia tipico del napoletano. Sono questi i sapori a cui non rinuncerei mai, sono questi i profumi che mi avvolgono da sempre nonostante non mi possa definire del tutto meridionale, non mi possa definire del tutto settentrionale. Ma sono italiana e amo i sapori autentici e genuini della mia terra. Se viaggio ne sento la mancanza ma non rinuncio a sperimentare nuovi sapori, insoliti accostamenti tipici di quel determinato territorio o di quel ristorante. Trovo sia bello aprirsi al mondo e a sapori diversi, trovo sia stimolante imparare, conoscere e portarsi a casa un po’ di più. Senza mai abbandonare il proprio territorio, il proprio vissuto, le proprie radici. Sono quelle radici, diceva mia nonno, che ti permettono di viaggiare guardando e apprezzando il nuovo, lo straniero in modo cosciente e obiettivo.

La ricetta di oggi è un piatto della memoria. Del ricordo. E un ricordo se non è accompagnato da un profumo, da un sapore, se non è legato ad una sensazione, non ha memoria. I miei ricordi più belli sono tutti legati ad un odore particolare come questi pomodori al forno con basilico, mozzarella di bufala e origano. Un concentrato di sapore familiare unico e irripetibile. Un gustoso e saporito contorno che mia madre ci preparava da bambini quando abitavamo ad Agropoli e le materie prime erano eccellenti e arrivavano ogni giorno fresche dall'orto dietro casa.
Mi sembra questa la stagione giusta per condividere con voi questa ricetta che ha il colore del sole e il gusto del Mediterraneo.






Ingredienti: per una teglia tonda
6 pomodori san Marzano
6 bocconcini di mozzarella di bufala o fiordilatte
1/2 bicchiere di capperi di Salina
1 bicchiere di pangrattato aromatico fatto in casa*
olio evo
basilico

Preparazione.
*Per preparare il pangrattato aromatico frullate del pane duro (di qualche giorno, per non buttare via niente) con sale, uno spicchio d'aglio e l'origano e formaggio grana.
Lavate e tagliate i pomodori san Marzano a metà per lungo e farciteli con il pangrattato aromatico, il basilico fresco e metà bocconcino di bufala. Riempite la teglia di pomodori e condite con olio evo. Infornate per 12 minuti a 180° e servite caldi come contorno o come piatto unico per un pranzo d'estate.




23 commenti:

Ombretta ha detto...

Che profumino e che bontà ! Questi pomodori li faro' sicuramente questo fine settimana per una cena e so che faro' un figurone! Baci

°Glo83° ha detto...

che aspetto invitante hanno questi pomodori!!! e sono veloci da fare...devo proprio provarli!!!
mi è piaciuta molto anche la tia descrizione dell'ortaggio!!! complimenti per tutto! ;)

monica ha detto...

mozzarella di bufala e pomodori, è il massimo che si possa mangiare in estate un tripudio di sapori per me. E il basilico forma il trio perfetto. Ed è vero che i sapori semplici sono legati alla memoria, della cucina della mamma io mi ricordo queste pirofile con i sapori"estivi" che sniffavo già per le scale prima di entrare in casa. i sapori sono legati ai sentimenti per me il cibo è un veicolo della memoria e degli affetti come scrivi tu.

kristel ha detto...

E' bello rimanere attaccati alle proprie radici. E la cucina ne é una prova costante ogni giorno. Un piatto davvero gustoso e molto buono!
C'é un giveaway da me, passa se ti va di partecipare.
Buon week-end!! :)

Alessia ha detto...

Le mie di origini sono totalmente diverse, ma nonostante questo io pure sento il sapore del pomodoro come parte di me da quando ho memoria..e tuttora l'odore della passata preparata di fresco in casa mi emozionia come null'altro..
veramente un piatto preparato con amore il tuo..

Al Cuoco! ha detto...

Ciao! Quando ho visto questa ricetta mi è subito venuta in mente mia nonna quando era nell'orto. E' bello quando un piatto evoca ricordi, acquista decisamente un sapore in più!! :)
buona giornata :)

carla ha detto...

Angela, come sempre le tue ricette e quelle di Chiara sono bellissime!
Di questi pomodori ne ho anch'io una versione, ma meno ricca, praticamente senza mozzarella, la prossima volta li provo così.
Ciao
Carla

SpirEat ha detto...

Buoni!!!!! Appena l'afa mi permette di riaccendere il forno li provo!

Angela Maci ha detto...

@Grazie a tutte ragazze di essere passate.

@Ombretta, che piacere. Spero di vederti presto, quando torno a Treviso ci sentiamo. Bello il tuo kitchen Aid giallo. E' un'esplosione di colore. Un bacio grande ad entrambi.E buona cena.

@glo83: grazie grazie cara, molto gentile e molto carina. Provali,sono semplici e gustosi.

@monica: pomodoro, mozzarella e basilico. Cosa desiderare di più in questa stagione? La pensiamo nello stesso modo, vedo. Un bacio

@Kristel: si cara, è bello sentirti parte di qualcosa di vero e autentico. Passerò da te fra poco. Un bacio e buon we.

@Alessia: Grazie cara, l'amore è il motore di tutto anche in cucina e su questo sarai sicuramente d'accordo con me. Saranno anche diverse le nostre origini ma l'importante è essere legate a qualcosa e sentire l'attaccamento ad un profumo, ad un odore. Ed in questo siamo simili. Un bacio

@Al cuoco:lo so, le nonne hanno il sapore della genuinità, del vero sapore delle cose come i prodotti della terra e del sole. Un'esplosione di gusto e di ricordi. Un bacio e buona giornata

@Carla: sei sempre tanto cara.Grazie di seguirci sempre con affetto. I pomodori al forno gratinati sono una ricetta classica, presente in ogni casa penso io. Ma è bello ogni tanto tirar fuori i piatti che hanno fatto la storia delle nostre nonne, delle nostre mamme. Piatti autentici e veri che ci permettono di ricordare. Buona giornata cara Carla. Un bacio

@Spireat: hai ragione, è caldo ovunque in Italia in questo momento. Ma appena il venticello fresco torna a soffiare, accendi il forno e goditi questi pomodori gratinati con mozzarella. Un bacio

Suzy ha detto...

Che buoni! a me ricordano tanto la mia nonna che li cucinava senza mozzarella, ma con il classico pane grattuggiato, sale e un po' di aglietto tritato, erano in quel caso pomodori gratè.
Ma la tua versione mi piace molto!
Sicuramente a dispetto del caldo li preparerò per cena una di queste sere!:)

Chamomile ha detto...

Ottimo piatto, per sapore e ricordo.
Complimenti!
Un sorriso.

Stefania ha detto...

Scoprire questo blog è stato per me davvero una miniera di idee..... grazie a tutti! Stefania.

Daniela ha detto...

mi hai fatto ricordare il pane pizza. stessi ingredienti, stesso profumo per un risultato diverso. anche per me il piatto della nonna. come il tegame (o il ruoto si direbbe nella mia terra) utilizzato.
il cibo, il nostro viaggio nella memoria. buona domenica.

Günther ha detto...

bella questa ricetta semplice ma con gusto mi piace

Silvia ha detto...

Ciao Angela,
questa ricetta mi ispira un sacco e vorrei provarla, ma se non trovo i pomodori san marzano con quale tipo di pomodori li posso sostituire? Grazie mille!!!

Angela Maci ha detto...

@Cara Silvia, se non trovi i san marzano puoi farla con quelli che preferisci. Pachino, da insalata maturi. Quelli che più ti piacciono e stesso procedimento.
Buona serata

Silvia ha detto...

Grazie mille per avermi risposto Angela!!! Proverò la ricetta e poi ti saprò dire!!!
P.s. la nuova grafiche del blog è semplicemente STUPENDA!!!!!!!

Sere ha detto...

Che meraviglia! Anche in casa mia va di moda questo piatto; addirittura quando avevamo il negozio di pasta fresca e gastronomia queste "barchette di pomodoro" andavano per la maggiore in estate! Grazie per aver condiviso con noi questo meraviglioso profumo! Un abbraccio, Serena

simona ha detto...

Ma i capperi degli ingredienti che non ritrovo nella ricetta??? Vanno frullati nel pangrattato aromatico o ci farcisco i pomodori insieme alla mozzarella??? Scusate ma sono un pò pignola.... ;-))

Vale ha detto...

Io li farò proprio stasera, sono piena di pomodori dell'orto. Farò un figurone, ne sono certa

Robyzante ha detto...

Fatta: che bontà!!! di una semplicità e di un gusto unici, da inserire nelle preferite senza dubbio
grazie
Roby

Marinella ha detto...

ricetta provata, approvata e rifatta già nel giro di una settimana... buonissima!!!!!

Gabrièl ha detto...

Che buoniiiiii.......che fame....li proverò presto nella mia cucinetta....grazie....blog bellissimo!!!!

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails