mercoledì 26 ottobre 2011

Sua maestà la mozzarella in carrozza

"Quando arrivano in tavola questi fagottini ancora bollenti in cui mozzarella filante si adagia sulla dorata carrozza dei doratissimi dischetti di morbido pane che insieme a quello dell'uovo ne esalta il sapore, un briviso di golosità passa sui volti di tutti i commensali."
(Miseria e Nobiltà nella storia della cucina napoletana, 1999)

 Ho fatto una piccola ricerca etimologica tra i miei amati libri ingialliti di storia dell'alimentazione.
E quello che ho trovato sull'origine di questo nome (mozzarella in carrozza) sono tre versioni:
-Nel 1800 per trasportare i viveri si usavano le carrozze. E' il caso anche del  latte. Ma con il traballio della carrozza stessa, il latte si cagliava e arrivati a destinazione non era più latte ma formaggio fresco. Da qui mozzarella in carrozza.
-Ma la versione più citata è quella che vede la mozzarella  che si adagia su una dorata fetta di pane, in carrozza quindi, impanata e poi fritta.
-O ancora una visione un po' romanzata in cui la mozzarella si poggia sul pane e quando la si addenta fusa, "fila" creando le briglie, così pare vada in carrozza guidata dal nostro piacere di gustarla.

Fatto stà che questo piatto della tradizione napoletana è un boccone ghiotto e pieno di gusto che piace a grandi e piccini. E' una pausa che si prende volentieri.

 "La mozzarella fila, il pane ne sostiene il delicatissimo sapore, quell'aroma di perfetto fritto si sposa all'uovo che ha fatto un velo d'oro e, sì, tutto scivola come in una carrozza dalle grandi ruote per un viale lungo il mare, tutto diventa un solo boccone ghiotto, un felice addio alle pietanze cotte in attesa della frutta".(Partenope in Cucina, 1954)



Ingredienti: per 10 mozzarelle in carrozza
20 fette di pane
10 fette di mozzarella vaccina o di bufala
3 uova
50 ml di latte
farina
pangrattato
olio di arachidi
sale

Preparazione:
Formate dei tramezzini con la mozzarella fra due fette di pane. Io ho utilizzato il pancarrè ma potete utilizzare differenti tipologie di pane. Infarinate i tramezzini e passateli nell'uovo sbattuto con il latte e poco sale, rigirandoli spesso finchè abbiano assorbito assorbito tutto il liquido. Friggeteli in abbondante olio caldo facendoli dorare da entrambi i lati. Passateli su carta assorbente, salate a piacere e servite. Da mangiare caldi.


P.s. Questa sera, ore 20,00, vi aspettiamo ad Agropoli al ristorante 'U Saracino per la presentazione del nostro libro "In due c'è piu gusto" all'interno della manifestazione gastronomica "Agropoli, tra tradizione e innovazione".

16 commenti:

Simo ha detto...

potrei impazzire per un pezzo di questa bontà...........

due bionde in cucina ha detto...

che goduria questa mozzarella.....non è semplice da fare
brava.....

Federica ha detto...

che scorpacciate da piccola mia mamma la faceva spesso e riusciva abbastanza leggera.. a me no, non so perchè resta troppo imbevuta di olio di frittura... o la lascio troppo.... o sbaglio temperature non so... che bontà, me ne mandi una via etere?

giuli ha detto...

Buonissima....chiaramente l'originale é la migliore, ma per ottenere un risultato piú "leggero" é possibile cuocerla al forno. Molto sfiziosa in ogni caso!!

Valentina ha detto...

La mia amata mozzarella...Da piccola mia nonna le faceva spesso ed erano buonissime! Comunque si presentano molto bene, complimenti!

meggY ha detto...

Impossibile resisterle!Che meraviglia!Mille baci

Chiara e Marco ha detto...

Semplicemente goduriosa!

Marco di Una cucina per Chiama

susy ha detto...

hai ragione è una ricetta tipica napoletana, mia nonna la faceva sempre e la chiamava " A' muzzarell in carrozza".. che bei ricordi!! Grazie per aver aperto per un attimo un momento del mio passato!!! Un abbraccio!!!

Monica - Un biscotto al giorno ha detto...

in effetti è una ricetta famosissima ma non l'ho mai fatta!!

lagioi ha detto...

la mia mammma ce la faceva sempre (30 anni fa..) e me l'ero dimenticata :( devo prepararla per Giulietta, per farle sentire un pò profumoi di nonna!! Grazie Angy!!

Ciro ha detto...

Wow che coincidenza! Ho pubblicato la stessa ricetta la settimana scorsa nel mio blog!
E dire che non è una ricetta di cui si sente parlare spesso!
Sono fantastiche e me ne sono divorate tre.. se penso alla mia linea..  di certo non si può dire che non siano caloriche..
Comunque sono d’accordo con te nel dire che sono una vera golosità!
E brave le mie due sorelline!! XD

Celyne Glam ha detto...

fra poco è il mio compleanno :) e ho deciso di preparare le mozzarelle in carrozza per gli amici! wow che meraviglia! passa da me, lascia un commento


www.psicologicamenteinrete.blogspot.com

Iva ha detto...

Quanti anni che non la mangio... era ed è uno dei miei fritti preferiti!

Bucci ha detto...

Che buona la mozzarella in carrozza, anch'io ci sono cresciuta! Mia mamma sa cucinare tre piatti: la mozzarella in carrozza, le crêpes e la torta di pane! Per il resto ho imparato tutto da papà!
Però la mozzarella in carrozza della mamma Mafalda è diversa: pancarrè inzuppato nell'uovo sbattuto e latte, poi farcito con la mozzarella e fritto così nel burro! Adesso devo assolutamente provare la tua! Dev'essere goduriosissima! Ciao Angela e complimenti per tutto!
Un bacione, Bucci

Anna ha detto...

Mamma mia che bontà,io l'adoro!!Ciao da I manicaretti di Annarè

Greta Scacchi ha detto...

Ma il pangrattato che hai messo nella lista ingredienti? Dopo aver passato il pancarre nella farina e poi uovo, lo ripasso nel pangrattato? perchè ci sono certe ricette che il pangrattato non lo mettono proprio.
ciao e grazie!

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails