domenica 6 novembre 2011

Un Intercity per pensare.

Sono sull intercity Terni-Ancona mentre scrivo questo post. Sono qui con Angela. Abbiamo presentato il nostro libro a Umbrialibri stamattina e ora siamo di ritorno a Casa. Arriveremo stasera alle 22.30 a Bologna e domani saremo a Treviso, ospiti di un programma televisivo. Poi, per me, iniziera' un altro giro di lavoro tra Milano, Roma, Napoli, Bologna, Perugia. Forse tornero' ancora a casa i primi di dicembre.

Ieri, mentre andavo alla scoperta di Terni, tra vicoletti, negozi e accenti diversi dal mio, pensavo alla mia nuova vita. Pensavo a quante persone ho conosciuto in questi ultimi mesi, pensavo a quanti nuovi sorrisi mi hanno accolto, pensavo a quanti grazie mi sono stati detti e a quanti vorrei ancora dirne io. Pensavo che basta poco per essere felici. Pensavo che viaggiare, sempre, costantemente, ti rende una persona piena. Curiosa. Emozionante. Indipendente. Impegnativa.

Pensavo che stare sola, per cosi' tanti chilometri, ti permette di ragionare su cosa davvero vuoi e cosa davvero non vuoi piu'.
E io non voglio piu' giudicare le persone dalle apparenze. Non voglio piu' comprare i Grisbì negli autogrill di passaggio, perchè sono una droga e non voglio vivere per piu' di 20 gg senza vedere il mare. Non voglio piu' una macchina a benzina e non voglio piu' fare un viaggio di centinaia di km, senza fermarmi in qualche borgo e scoprirne i segreti culinari.

Scelgo di preferire una serata in un posto sconosciuto piuttosto che una davanti alla televisione, scelgo il basilico al prezzemolo, scelgo la campagna piuttosto che il centro citta', scelgo Agropoli per il cuore, scelgo Bologna per la genuinita', scelgo Milano per il lavoro. Ma soprattutto non scelgo nessuna delle tre, perche' e' in tutte che voglio continuare a vivere.
Scelgo di mandare al diavolo tutti, per una volta, e vivermi i miei 27 anni. Scelgo l'extension alla crescita naturale dei capelli, scelgo la neve alla pioggia, scelgo la planetaria al frullino causa delle mie simil/epicondiliti.

E voglio incontrare il signor Dukan e dirgli che la sua dieta mi rende nevrotica. Voglio andare un'intera giornata a pescare trote e voglio imparare a distinguere tutte le tipologie di funghi, commestibili e non.
E voglio incontrare un uomo verace, un po' come le vongole, e diventare io il suo condimento ideale.
Voglio qualcuno che mi consigli come vestirmi in determinate occasioni e voglio una cucina piu' grande, per poter contenere tutti i miei nuovi elettrodomestici di ultima generazione.

E penso che devi arrivare a 27 anni per capire che l'Umbria e' una regione incredibile, che la gente umile avra'sempre un posto nella mia fila, che  le melanzane sono la mia nuova religione e che il coriandolo, non c'e' niente da fare, non riesco a farmelo piacere. Capire a 27 anni che se sai sorridere hai vinto, a prescindere, e che basta minigonne di jeans, l'abbiamo capito che hai le gambe magre.



E penso che sia tardi, per pensare.
Ma nella mia fila, in fondo, non è mai tardi per niente.
Figuriamoci per pensare.

Grazie, gente.

9 commenti:

LYRA ha detto...

Grande CHiara....siamo noi il nostro destino! ;-)

Cawarfidae ha detto...

ottima riflessione, le dichiarazioni di intenti di solito non mi piacciono, ma qui c'è sincerità, originalità e spirito d'avventura!

Perchè avere una patria sola? :)

Bellissimi anche gli esempi culinari, come sempre azzeccatissimi :)

Your Noise ha detto...

Ciò che mi ha colpita di più, di tutto questo tuo post? L'aggettivo "emozionante". Io non voglio essere emozionata, io voglio emozionare. Trovo sia bellissimo.

@Cawarfidae: C'incontriamo anche qui?

Chiara e Marco ha detto...

Questo post è fantastico! :)
Non so cos'altro aggiungere... ma su tante cose siamo molto d'accordo! :D
Un grande in bocca al lupo per il tuo lavoro e qui, dalla Germania mi manchi tanto senza Cuochi e Fiamme...

Marco di Una cucina per Chiama

'Le ricette dell'Amore Vero' di Claudia Annie ha detto...

Mi piacciono molto le riflessioni! :)

Anto ha detto...

Tempo per pensare e tempo per fare... e sono gli anni in cui tutto prende un'altra importanza, un'altra dimensione...anni in cui sei pronto a rimettere in gioco tutto quanto hai fatto, deciso, scelto e vissuto fino ad ora...e allora ti chiedi cosa vuoi davvero...e non sempre la risposta é semplice, non sempre la risposta é chiara. E allora attraversi momenti in cui tutto quello che ti circonda non ha più quel senso che credevi, che gli avevi attribuito. Cominci a cercare la felicità. La felicità per le piccole cose, per le cose vere e profonde. La felicità che con i soldi non si compra. Perché la felicità é avere il coraggio di essere quello che si pensa, liberarsi dai pregiudizi, dai condizionamenti, essere naturali, gentili e felici...sorridere alla vita, al mondo, al giorno che si vive con gentilezza...per sé e per gli altri...
Ho 31 anni, in crisi esistenziale da qualche tempo ;-), ma tutto ha un senso e tutto ha un perché, e non ha caso ho scoperto questo blog...
Sto facendo il mio viaggio, é dura, ma sono felice.

Annalisa -Piccanti Sapori Speziati- ha detto...

Leggere le righe dei tuoi post "Io, in fila" è sempre un momento molto intenso..Ci dai sempre modo di conoscerti meglio, ogni volta più nel profondo con queste finestrine nel tuo io più profondo che non potrebbe emergere al meglio di così...
Avere la possibilità di conoscerti, conoscervi, giorno 10 a Roma, mi riempie di gioia..Sarà un onore!
Non cambiare mai...
BUON LAVORO ^.-

Claudia Malva ha detto...

Sono felice di aver scoperto il vostro blog, un po' x caso, un po' x curiosità, visto che anch'io ho un blog di cucina, e mi sorprende sempre come le persone riescano ad aprirsi così tanto anche attraverso un apparente e freddo strumento di comunicazione, che ha però, il vantaggio di accomunicarci tutti tramite le nostre passioni, che è in questo caso è il mangiar bene...e con la compagnia giusta.

meggY ha detto...

Sei fantastica, ma questo lo sai.In bocca al lupo per tutto, ma proprio per tutto tutto!Se passi di qua ti posso portare a pescare e anche a cercare funghi, promesso.Ti bacio e abbraccio forte :****

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails