martedì 20 dicembre 2011

E a Natale ... passatelli?

A Natale tortellini. Qui a Bologna è un must, dettato dalla tradizione, ma soprattutto dalla nonna che ancora oggi li prepara uno ad uno, come solo lei sa fare.
Eppure c'è una cosa tipicamente emiliana che qui sul blog non ho ancora preparato: i passatelli.



Ottimi in brodo, ma buonissimi anche asciutti, con i frutti di mare o con un guazzetto di crostacei.
Oggi li ho preparati con il Mum e con lo schiacciapatate (non avevo l'attrezzo per i passatelli, ma questo va bene lo stesso!).
Farli è semplicissimo (la ricetta tradizionale prevede il midollo, ma io li ho alleggeriti volutamente) e, ovviamente, io che amo semplificarmi la vita, con la planetaria è davvero un gioco da ragazzi.
Andiamo a farli!





Ingredienti:
200 gr di pane grattugiato
200 gr di parmigiano
3 uova
scorza di 1 limone grattugiata
noce moscata

Per prima cosa grattugiate con l'apposito disco il parmigiano.



Poi, nella planetaria unite il pane grattugiato con il parmigiano, le uova e la noce moscata.
Inserite il la frusta per impasti morbidi e azionate a velocità 2, poi 3, poi 5.


Unite poi la scorza di limone e impastate bene fino ad ottenere un composto compatto.
Lasciate riposare 5-10 minuti.
Inseritelo nell'apposito strumento a pressione (io ho usato lo schiacciapatate) e ricavate i passatelli.

10 commenti:

Simo ha detto...

A casa mia sono di tradizione in brodo la sera di Natale!!!!!!!!

Oriana ha detto...

adoro i passatelli!!!! in brodo o asciutti sono davvero strepitosi! l'ultima volta li ho conditi con radicchio e salsiccia...mmmmh che acquolina!

Julia ha detto...

Finalmente un blog che parla dei passatelli!! è una tradizione a casa mia casa a natale...buonissimiiiiiii

Ele ha detto...

A me piacciono molto e d'estate spesso li preparo asciutti con pomodorini e pesto!

cla ha detto...

i passatelli di nonna sono tra i ricordi più belli dei miei natali:) grazie per la ricetta!

Sil.k ha detto...

Ciao! io vorrei farli il giorno di Natale! Male dosi per 6 persone quali sono?

Chiara Maci ha detto...

noi con questa dose abbiamo mangiato in 6 esatti :-)

Sil.k ha detto...

Grazie! Perfetto!
Io sono romagnola e mi piace tantissimo il tuo blog pieno di ritovata tradizione per chi vuole recuperare i sapori dell'infanzia e al tempo stesso di tante cose creative!
Ciao complimenti!!!!

Sil.k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Laura ha detto...

Sono buonissimiiii!! però 3 uova per 6 persone mi sembrano davvero poche..
Io sono emiliana, dell'appennino modenese e mia nonna li fa con una ricetta un pò diversa.. rimangono abbastanza morbidi ma non si sfaldano e sinceramente non li ho mai mangiati in maniera diversa se non con il brodo..
con 4 uova a casa mia ci si mangia in 2 visto che facciamo sempre il bis.. :D
In linea di massima con 4 uova vengono fuori 4-5 piatti nemmeno molto abbondanti..

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails