martedì 3 gennaio 2012

La mia prima "ricetta" del 2012 per augurarvi uno splendido anno!

Proprio così...ieri ha inaugurato l'anno nuovo Chiara con un golosissimo rustico ripieno.
Oggi tocca a me farvi gli auguri.
E vorrei davvero farveli con una ricetta speciale che sento per tutte quelle persone che hanno voglia di credere nella bellezza della vita.
Non voglio avere la presunzione di insegnarvi come stare al mondo, non ne avrei le capacità ma ho appena finito di leggere un libro che un po' il modo di pensare te lo cambia.
Mio padre tempo fa mi ha regalato questo libro del 1981 di Vittorio Buttafava, "La fortuna di vivere".
 Un taccuino che ti fa amare la vita. E alla sera dopo aver messo i bimbi a letto con un bacio, prima di chiudere gli occhi ne leggo, di tanto in tanto, un capitolo.
Un libro di 30 anni fa, un libro che potrebbe sembrare non più attuale e invece aiuta a riflettere sul modo che ognuno di noi ha di approcciarsi alla vita.

"Tra tante professioni ce n'è una, la più importante, che nessuno conosce: la professione di vivere.
Dappertutto sento ripetere: il mondo è cattivo, la bontà non esiste più. Che sciocchezza. Il mondo è stracolmo di bontà. Bontà e dolore; ma è appunto il dolore ad alimentare la bontà. Ad ogni atto di violenza rispondono cento, mille, diecimila atti d'amore. La violenza esplode come un temporale d'agosto; la bontà è silenziosa, schiva, velata dal pudore. Per questo tutti odono le esplosioni e non avvertono il bisbiglio delle parole d'amore. Ma questi bisbigli, se potessimo ascoltarli tutti insieme, avrebbero la forza di un ciclone."

Ed io è proprio questo che vorrei augurarvi per questo 2012 e per tutti gli anni a venire: di dedicare più tempo ad ascoltare, a condividere baci, carezze, sorrisi, sguardi, emozioni, passioni, desideri, atti d'amore. Più tempo per fare quello che vi piace, più tempo per apprezzare le ricchezze che abbiamo, più tempo per costruire legami, relazioni vere.
E vi consiglio, sempre che lo troviate in qualche mercatino o in qualche vecchia libreria, di leggere questo libro, questo saggio, questo taccuino da tenere sul comodino e consultare tutte le volte che vi sentite persi.

 E per noi amanti della cucina, più tempo alle ricerche, alle scoperte golose, agli assaggi e alla messa in opera di ricette creative, originali non dimenticando mai la tradizione, colei che insegna a non dimenticare, colei che insegna a tramandare.

Sformatino di cavolo romanesco con cuore di casatella trevigiana e fonduta di brie.







 Ingredienti per 12 sformatini
1 cavolo romanesco grande
2 patate medie
1 uovo
4 cucchiai di parmigiano reggiano
4 cucchiai di pangrattato
sale e pepe
100 gr di casatella trevigiana o se preferite un altro formaggio
120 ml di latte
150 gr di brie
una noce di burro

Lessate in acqua fredda le patate e il cavolo verde. Potete sostituirlo con il cavolfiore se preferite. Quando saranno diventate tenere ma compatte le patate e il cavolo passateli nello schiacciapatate o nel mixer, aggiungete un uovo, parmigiano, pangrattato, sale e pepe. Rivestite di burro e pangrattato 12 pirottini di alluminio e versate a cucchiai il composto. Al centro aggiungete un cucchiaino di casatella o di mozzarella. Terminate con un altro strato. Infornate per 20 minuti a 180°. Nel frattempo preparate in una padellina la fonduta facendo sciogliere il brie con il latte. Stemperate con l'aiuto di una forchetta e adagiate al centro del piatto da portata. Sformate il tortino e gustatevi la sua cremosità avvolgente e il cuore filante.

5 commenti:

salamander ha detto...

buonissima questa ricetta!!
auguruo un buonissimo 20012 anche a te

Valentina ha detto...

ottimo modo per inaugurare l'anno in cucina, io ho iniziato con una panna cotta ;)
un abbraccio e ancora buon anno!
Vale

Papà ha detto...

Noi abbiamo inaugurato il 2012 con i carciofi con le uova e fritti in pastella dopo pranzi e cenoni per un po si va di verdura :-))
Ciao e buon anno vi seguo da oggi sul blog

vivien ha detto...

ciao chiara ,ti seguo ogni giorno su cuochi e fiamme . grazie per i tuoi consigli a presto vivien

Parole Ripiene ha detto...

Buon anno Angela! che sia pieno di gioia e felicità!

Un abbraccio grosso, speriamo di rivederci presto!

Gloria e Alice

www.paroleripiene.com

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails