giovedì 1 marzo 2012

I colori del cibo (dialogo tra me e mio figlio di 5 anni)

Io: Tommaso perché non provi a mangiare le verdure? (quando mi riferisco a verdure con mio figlio parlo di quelle verdi, quelle in foglia. Per lui pomodori, carote e patate sono altre cose. Buone.)



Tommy: "Ti spiego una cosa mamma. Anche Matteo quando crescerà come me non le mangerà più perché si accorgerà che non hanno sapore.
E poi mamma perché a tutti non piace qualcosa. A Luca non piace il cioccolato e a me non piacciono le verdure. Sono piuttosto un po’ verdi, sono molto acide. E poi i semini come faccio a mandarli giù? Eh mamma? Le verdure non hanno sapore e  hanno  anche un cattivo odore. "


Io:E cosa ti piace? (e qui inizia un vero e proprio decalogo delle cose che piacciono alla maggior parte dei bambini che ho conosciuto)


Tommy: A me piace il cioccolato, per iniziare. Come la zia Chiara, mamma.
Poi il miele, mi piace tantissimissimo. Perchè ha il colore delle monete d'oro.
La marmellata di albicocche, le torte con la glassa, le molle col pomodoro liquido e la mozzarella, la pizza margherita baby con i wurstel e le patatine, il mais e i pomodorini.
I piselli un po’ si e un po’ no. Le zucchine non hanno sapore e non mi piacciono di aspetto. Le melanzane no, perché non mi piace il viola.
Mi piacciono le mele, i toast, la mortadella perché io sono di Bologna. Mamma andiamo a vivere a Bologna così mangio tanta mortadella, eh?
 La coca-cola frizzante ma poca altrimenti esplodo di bua al pancino. L’acqua frizzante che fa il mio papà, i "maffin" con gli zuccherini e la panna montata.
Le ciliegie e l’anguria perché sono rosse come l’amore.
Ma non mi piacciono i peperoni rossi però. Non fare la furbetta mamma!
Mi piace la ciccia rossa ma non quella bianca.
Perché il bianco non è nemmeno un colore.
E poi mi piace il pesciolino. Ma quello piccolo, non grande.
Mi piace la crema di carote perchè non è verde. Ma non mi piace il minestrone. Bleah!!!"

Quante di voi ritrovano il proprio figlio in questa descrizione?
Ho voluto condividere con voi questa riflessione del mio bimbo di 5 anni per rispondere alle tante mamme che mi chiedono consigli  su come fare a far mangiare le verdure, il pesce o la carne ai  piccoli. E soprattutto, alcune, tra cui le mie amiche di merendine (chiamo così le mamme dell'asilo) sono convinte che il figlio di una foodblogger mangi tutto. E con questa riflessione vi smentisco...mie care.
Dico sempre che il gioco è importante anche mentre cuciniamo. Renderli partecipi della preparazione, li fa sentire importanti. Li fa sentire grandi. E il tuo giudizio di madre, il tuo sorriso di approvazione li gratifica. E tutto questo non ha prezzo.

Ma è anche vero che i bambini hanno i loro gusti e le loro preferenze e non è sempre facile gestire la loro alimentazione. Noi mamme ci proviamo, cerchiamo di soddisfare i gusti, giocando con i colori e le consistenze, a volte con successo, altre volte no. Ma questo fa parte del gioco...e una mamma lo sa.


I miei bambini dal punto di vista alimentare sono il giorno e la notte.
A Tommaso, credo abbiate capito cosa piace...


Al più piccolo di 2 anni e ½ piacciono tutte le verdure (e se dico tutte, dico anche cetriolo, cipolla, cavoli) e la frutta. ( lui è l’anormale…a detta anche del pediatra) e credetemi, è un piacere vederlo mangiare!


Sono diversi ma cerco di accontentare entrambi giocando con gli ingredienti e i colori.
I colori sono fondamentali per un bambino. A volte sceglie un cibo basandosi sul colore. E chissà perchè il verde è un colore che proprio non va giù.


Continua...domani.









11 commenti:

bianca ha detto...

fin da piccola ho sempre mangiato tutte le verdure (tranne un paio, tipo peperoni e carciofi con cui mi sono riappacificata da grande) e anzi non mangiavo la carne, mi faceva schifo il sapore.
Facevo disperare mia mamma perchè io volevo il triplo del contorno di verdure ma "no meno meno meno meno" di carne.
mia madre si dannava, specie coi primi cicli, a farmi mangiare la carne.
oggi sono vegetariana e lei è preoccupatissima per le proteine come quando ero piccina.
ti assicuro, insomma, che ogni mamma si preoccupa per i suoi figli e che ognuno ha i suoi gusti da un estremo all'altro.
e un consiglio, usa le speziette, anche quelle dolci come il basilico, e vedrai che le mangerà più volentieri. ricordo ancora un aneddoto:
un giorno avevo la febbre alta alta e mia madre mi disse "bianca, cosa vuoi da mangiare? sei malata, scegli quello che vuoi" e dovette sbarrare gli occhi al mio "vorrei taaanto cavolfiore, quello in padella con la noce moscata!"
INSOMMA, DE GUSTIBUS!! :p
mia sorella era più capricciosa con le verdure, mia nonna a volte gliele metteva dentro ai ravioli fatti in casa!
un bacio

giuli ha detto...

Ma pensa te...proprio qualche giorno fa ho avuto lo stesso identico pensiero, espresso in un post...Perché tanta ostilitá per il verde????? Pazzesco....sará che i bimbi vivaci sono sicuramente piú attratti da colori solari, che trasmettano energia....Ma come fare per far loro capire che il verde non é un colore extraterrestre??? Eppure gli Schlutzkrapfen agli spinaci li divora Arianna!!!!!!...........Insomma, questi figli sono davvero bizzarri, ma fantasticamente unici!!!! Le motivazioni che ti producono lí per lí sono delle vere opere d'arte....
Baci!

Federica ha detto...

anche i miei figli in fatto di gusti sono il giorno e la notte!!! il grande mangerebbe pasta rossa con tanto grana, i formaggi, frutta e verdura.... il piccolo dolci dolci e dolci ma anche carne per il resto niente di sano... e qui scatta il ricatto che speravo di non usare mai ma per farlo crescere un po sano e con un minimo di educazione aliemntare mi sono abbassata al ricatto....
Se mangi tutto il minestrone dopo ti do un pezzo di cioccolato e via discorrendo... che fatica!!!!! se assaggi i pomodori dopo una bella caramella ci sta! me ne vergogno ma faccio così - quindi mamme consigliatemi voi come fate! GRAZIE

Angela Maci ha detto...

@Ragazze, ho letto le vostre esperienze e perpressità. La verità è che i ognuno fin da bambino coltiva dei gusti. Bianca fin da piccola amava le verdure e da grande è diventata vegetariana.
Il verde è un colore che proprio non va giù...eppure con i trucchetti il verde si mangia.
E poi ci sono i ricatti buoni, così mi piace definirli cara Federica. Perchè arrivare al cioccolatino dopo un piatto di verdure ci può stare...siamo mamme e capiamo l'importanza di un buon piatto sano ma siamo anche fragili e ci facciamo alle volte prendere dalla nostra bontà. Ma non deve diventare un'abitudine. Altrimenti i nostri piccoli e adorati bambini se ne approfitteranno. E loro in questo sono maestri.
Domani incominciamo a giocare con il cibo...e chissà se poi quel verde non riesca a cambiare colore.
Un bacio a voi e buona giornata.

Nicole ha detto...

Esilarante questa conversazione! : ))

Lovely Idea

Parole Ripiene ha detto...

Che dolce il tuo bimbo Angy!

Sarà che io sono ancora un pò bimba ma anche a me quel verde non va proprio giù, l'insalata soprattutto! non ha sapore e mi sembra di mangiare l'erba! così l'annaffio di aceto e mi riduco a mangiarla con le lacrime agli occhi e le labbra che sembrano due canotti! :)

Aspetto impazientemente le tue ricettine per rendere quel verde un pò più gustoso!

un grosso bacio

Gloria

Lisa ha detto...

L'argomento mi ha sempre appassionata anche da non mamma, infatti ho voluto approfondire e scriverne un corso..chissà che succederà quando il mio piccolino inizierà a mangiare..ti saprò dire, un bacio :-)

Papricadolce ha detto...

Ahahahah mi sembra di sentire parlare mia figlia di 3 anni (però la sua lista di cose che ama mangiare è molto più corta :( invece suo fratello di 11 anni è quello "anormale" ha sempre mangiato di tutto e fino ad un anno fa odiava la coca-cola . . . ora almeno la assaggia.

Angela Maci ha detto...

@Che mondo meraviglioso quello che bambini....leggere i vostri commenti mi fa capire che ognuno di loro ha la propria personalità anche a tavola. Piccoli ma con gusti già decisi. Figli della stessa madre ma con gusti e inclinazioni diverse.
Ci sarebbe tanto da scrivere in merito, non trovate?...

Tiziana Bergantin ha detto...

Tenerissimo post.
"Mamma andiamo a vivere a Bologna così mangio tanta mortadella, eh?" troppo bella questa. Le verdure un problema che si risolve solo camuffandola. Ciao tesoro.

Ti giuro che non sono un robot, la nuova verifica mette ansia.

Dani/Hachi ha detto...

Ostenta bolognesità e non gli piace il viola... mi piace tuo figlio!! :D Battute calcistiche a parte, io e i miei fratelli eravamo la disperazione degli altri bambini in vacanza, con mamme e nonne che ci additavano come esempio perchè mangiavamo la verdura senza fiatare... io andavo matta per la lattuga, mio fratello più piccolo rubava i cetrioli dalla ciotola della verdura e girava per casa mangiandoli a morsi come merendine... ma non so quale sia il segreto di mia mamma :D

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails