giovedì 12 aprile 2012

Tigelle al kamut con valeriana e crema di lardo ai semi di papavero e fiori di macis

Con questa ricetta abbiamo partecipato al Taste 2012 di Firenze. Ma visto che non l'avevo ancora pubblicata sul blog, ho pensato di farlo ora per darvi qualche idea sui bei prodotti che abbiamo in Italia.
Ci è stato chiesto di creare una o più ricette con alcuni degli ingredienti degli artigiani espositori al Taste.
E noi abbiamo scelto questa crema di lardo ai semi di papavero e fiori di Macis ( Sono sincera, mi incuriosiva moltissimo) dell'azienda Paes di Luganeghiti. E pensando al lardo modenese con cui noi emiliani farciamo le tigelle, ho pensavo proprio di accompagnarla ad una tigella. Ma con farina di Kamut Molino Rossetto (altro espositore scelto) per renderla più leggera, più digeribile e originale.
E legarla a foglioline di insalatina valeriana.
Credetemi, un matrimonio ben riuscito. Una ricetta da pic-nic o brunch domenicale.
Vi ho incuriosito? Seguitemi in cucina e prendete nota...





Ingredienti:
500 gr di farina di kamut (Molino Rossetto)
1 bustina di lievito secco
3 cucchiai d'olio evo
2 cucchiai scarsi di sale
1 cucchiaio di zucchero
250 gr di latte
50 gr di valeriana
200 gr di crema di lardo in concia di papavero e fiori di Macis (Paes di Luganeghiti)

Versate la farina nella planetaria o su una spianatoia, unite il lievito (che trovate assieme alla confezione di farina), il latte, l'olio, lo zucchero e il sale. Impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto e ben sodo.
Copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per un'ora e mezza.
Stendete la pasta ad uno spessore di 1 cm e ricavate dei dischetti con un bicchiere o un coppapasta del diametro di 10 cm.
Lasciate lievitare per un'altra mezz'ora e poi iniziate la cottura.
Sul fornello scaldate la tigelliera aperta e stendete i dischetti di pasta sui fori dell'utensile.
1 minuto per lato e le tigelle sono pronte da farcire con foglioline di valeriana e un cucchiaino di crema di lardo ai semi di papavero e fiori di Macis che conferiranno un gusto leggermente piccante alla ricetta.



8 commenti:

erika ha detto...

Intéressante. Bella la piastra per tigelle.

Federica ha detto...

ma è vero che la farina di kamut ha meno carboidrati e quindi dietetica?? ma adesso hai il fiore del tuo cognome??? se siete avanti... :-P non lo avevo mai sentito

Barbara ha detto...

ma dove si trovano i fiori di macis?
Voglio provarla questa ricetta!!!
Per Federica: il grano kamut non è dietetico, ma è povero di grassi e ricco di carboidrati, proteine e minerali. Spesso, perciò, è consigliato nelle diete di chi svolge un’intensa attività sportiva.

Giuditta ha detto...

Buonissime! Che io sappia le qualità del kamut risiedono nel maggior contenuto di sali minerali, in particolare selenio, noto antiossidante, e nell'alto contenuto proteico.

Ale ha detto...

Buonissime e bravissime! Che invidia la piastra per tigelle ! ☺

Angela Maci ha detto...

@Ragazze siete più brave di me...grazie Barbara e Giuditta per le spiegazioni...

@Federica...hai visto, abbiamo trovato anche i fiori col nostro nome!? Anche il produttore quando gli ho detto il mio cognome si è messo a ridere e mi ha detto: Per quello hai scelto questi fiori???

Il macis o fiore della noce moscata è una spezia di colore rosso fuoco che ha il sapore della noce moscata. Quando viene essiccato prende il colore arancio.

@Ale,Erika: la piastra per tigelle è uno di quei feticci che ho sempre desiderato. Credetemi, appena la trovate (nei casalinghi specializzati) compratela, non potrete più farne a meno...
Un bacio a tutti voi e buona giornata!

Angela Maci ha detto...

Dimenticavo di dirvi che domani sera alle ore 18,30, a Treviso presso la libreria Canova presenterò il nostro libro "In Due c'è più gusto" con assaggi golosi. Vi aspetto numerosi...

profumodibuono ha detto...

invece io ti aspetto a bologna ...porta le tigelle peròhttp://www.profumodibuono.com

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails