giovedì 7 febbraio 2013

Finti noodles a modo mio...e il pranzo è risolto.

La ricetta di oggi, miei cari, è nata così: aprendo il freezer, aprendo la dispensa, aprendo il frigorifero.
Senza neanche uscire di casa.
Si, perchè ci sono giorni che sono sempre davanti al computer a lavorare e realmente esco solo per andare a prendere i bimbi a scuola.
Ma visto che in casa mia si mangia tutti e quattro sia a pranzo che a cena, devo ogni giorno inventarmi qualcosa per far felice i miei uomini. E credetemi, ci vuole una bella fantasia.
Veniamo agli ingredienti.
Cosa sono gli edamame? Sono dei fagioli di soia, di colore verde, come i piselli. Sono tipici della cucina giapponese e cinese. Io e Chiara li adoriamo. Ma purtroppo non si trovano dappertutto.
Io li ho comprati surgelati Orogel e devo ammettere che sono deliziosi come quelli freschi con baccello. Per gli altri ingredienti non dovreste avere problemi di reperibilità.
Provate la ricetta, per un accento orientale al vostro quotidiano.




Ingredienti per 4 persone
400 gr di tagliatelle di grano duro (che sembrano noodles)
2 carote
2 caspi di indivia belga
50 gr di edamame (fagioli di soia)
una confezione di surimi (polpa di granchio)
un cucchiaio di mais dolce
2 pomodorini
un pugno di arachidi tostate
salsa di soia
olio di semi
sale

Preparazione
Mentre l'acqua della pasta  bolle, prendete un wok o una padella dai bordi alti e mettete un filo d'olio di semi. Accendete il fuoco. Aggiungete le carote tagliate con il pelapatate, l'indivia tagliata a fettine, i surimi tagliati a metà, gli edamame, il mais. Fate cuocere a fiamma alta. Le verdure non devono lessarsi ma cuocersi restando croccanti. Aggiungete i pomodorini a spicchi e per ultimo le arachidi e un po' di salsa di soia.
Quando la pasta sarà cotta, aggiungetela al condimento e saltatela in padella per pochi secondi a fiamma alta. Se volete aggiungete altra salsa di soia. (Io l'aggiungo, perchè mi piace).
Da mangiare con le bacchette!

8 commenti:

colombina ha detto...

mi piace molto questa tua interpretazione, brava. Gli edamame surgelati non li ho ancora trovati, devo cercarli perchè mi piacciono molto. Un bacione

Memole ha detto...

Che ricettina squisita!!!

SQUISITO ha detto...

una validissima alternativa...mi piace!
bacione

peppe ha detto...

un piatto molto fantasioso e sicuramente anche molto buono. Come sempre brava Angela!!!un abbraccio,Peppe.

Erica ha detto...

Ho scoperto, grazie a una (per poco tempo purtroppo) coinquilina giapponese, che gli Yakiudon (o Yakisoba, dipende dal tipo di pasta, ma in breve...il piatto che somiglia a quello che hai fatto tu) sono conditi, fra le altre cose che in pratica hai già messo, anche con una salsina che è la versione giapponese, riadattata e corretta nel tempo, della salsa Worchester (loro la chiamano Sosu).
Spero ti possa essere utile! ^_^

Angela Maci ha detto...

@Colombina: grazie mi cara, non so quali aziende li facciano. Io ho provato solo Orogel e sono eccellenti. Ma Orogel è una sicurezza. Spero riuscirai a trovarli.

@Memole: ma grazie. allora devi provarla assolutamente!

@Squisito: esatto. Per non fare sempre la solita! Buona giornata

@Peppe, come sempre gentilissimo. Un bacio caro. Com'è andata con la pasta? ho letto su Fb...

@Ma grazie Erica, ogni suggerimento è per me fonte di arricchimento e per questo ti ringrazio. La prossima, andrò a cercare la sosu. Buona giornata.

Viaggiare Cucinare Raccontare ha detto...

E' proprio una bella ricetta! Il tocco italiano della tagliatella poi ci sta benissimo!

Julia ha detto...

angela che ricetta! mi hai aperto un mondo sugli edamame... devo trovarli!

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails