venerdì 15 febbraio 2013

Spätzle home-made al Valcasotto

Dal mio ultimo viaggio in Sud Tirol, non potevo tornare a mani vuote e così oltre alle splendide farine, al bauer speck, ai formaggi,  ai dolci meravigliosi, ho portato anche lo strumento per fare gli spätzle!
Eh già, proprio i meravigliosi gnocchetti tirolesi che in casa mia adoriamo.
E in questi giorni di calma apparente, ho pensato fosse arrivato il momento di prepararli. Che ne dite?
Per un piatto che ricorda le amate montagne e i suoi sapori.
Come li ho conditi? con un burro di Alta Qualità che ha il sapore di casa, di genuino, di montagna e di panna fresca. Ho scelto il burro Occelli per mantecare i miei home-made spätzle e il Valcasotto a pezzetti.
Penso di aver fatto la scelta giusta. Non avete idea che sapore!




Gnocchetti tirolesi con burro, speck e Valcasotto.

Ingredienti:

500 g di farina 00
2 uova intere (io utilizzo quelle per pasta fresca)
1 pizzico di sale e di pepe
burro Occelli (per mantecare)
Speck di buona qualità
 50 gr di formaggio Valcasotto

In una ciotola versate la farina e aggiungete le uova, il sale, il pepe e dell’acqua tiepida. Amalgamate con una frusta l’impasto che dovrà avere una consistenza  abbastanza liquida.  Mettete a bollire l’acqua per gli spätzle, e solo quando l’acqua bolle, poggiate la vostra mandolina sul bordo della pentola e versate il vostro impasto nel carrellino che dovrà scorrere avanti e indietro finché il vostro impasto liquido non sarà totalmente caduto in acqua formando tanti piccoli gnocchetti, i vostri spätzle, che riemergeranno in superficie una volta cotti, proprio come gli gnocchi di patate.
Nel frattempo avrete messo in padella 50 gr di burro, un mestolo di acqua di cottura. Mescolate energicamente e unite gli gnocchetti. Mantecate con  speck tagliato a striscioline e un buon formaggio del re (come lo chiama mio figlio). E non sbaglia. Perchè il Valcasotto fatto con latte crudo di vacca, era il formaggio dei re.
 Gusto pieno ed invitante, profumo intenso e persistente come quello che ricordava ai re il sole e le profumate erbe dei pascoli della loro cascina più amata: la "Grangia Reale" di Valcasotto.









17 commenti:

Luisa ha detto...

Un piatto che mi fa nuotare nei ricordi di vacanze estive da bimba.. Il Tirolo., quei gusti forti decisi fatti da prodotti e materie prime eccezionali.. Dallo speck al burro o formaggio di malga.. Che piatto!!'
Buona giornata cara

The white cabbage ha detto...

ciao ,

spatzli ....aria di casa mia !

scusa nella tuo ricetta parli di uova per pasta fresca???

cosa vuoi dire ? ci sono galline che fanno uova per pasta fresca ? mai sentito in vita mia ....

ave

CherryJPriano ha detto...

dalla foto sembrano buonissimi!

Giuditta ha detto...

Davvero invitante questo piatto, dai sapori che prediligo.
@The White Cabbage: le uova per pasta fresca le trovi anche al supermercato, la colorazione più gialla dipende semplicemente dalla selezione di mangimi con cui vengono nutrite le galline :-D

SQUISITO ha detto...

cosa non farei per un bel piatto di spattzle fumanti come questo!
ottimo!
un bacio
ps: è partito oggi il mio nuovo contest...ricco premio in palio...ti aspetto, se ti va!

Federica ha detto...

che dire se non fantastico piatto e super gusto???

Angela Maci ha detto...

@Si questo piatto è legato ai ricordi, alla genuinità, al passato (@Luisa) ma anche al presente.(@ Cherry, Giudi, Fede, Squisito) E poi credetemi, fare gli gnocchetti in casa è tutta un'altra storia.

@White cabbage: come giustamente ha suggerito Giuditta (grazie cara), sono un tipo di uova che si trovano al supermercato (in Emilia si usano moltissimi per fare la pasta fresca) che hanno un tuorlo più rosso, in base ai mangiami che mangiano le galline. Tutto qui.

Chiara - THE RADICAL KITSCH ha detto...

Buonissimi!!!Li ho mangiati da poco in montagna, tra una sciata e un'altra...Proverò la vostra ricetta!
http://theradicalkitsch.blogspot.it

Un amore di cucina ha detto...

Adoro la cucina tirolese e il tirolo in genere!
Devo comprarmi anch'io prima o poi quell'attrezzo...è fenomenale!
Ne approfitterò alla prossima gita in montagna...

Laura ha detto...

Angela, con che formaggio posso sostituire il Valcasotto? grazie

Angela Maci ha detto...

Laura: quello che preferisci, quello che hai in casa. Io ho scelto quello (che merita) ma puoi davvero mettere quello che più ti piace.

MorsoDiFame Antonella ha detto...

semplicemente pazzeschi!!! Che voglia di mangiarli ora!!

Laura ha detto...

Mai mangiati.. salvo la ricetta!
Veramente un bel piatto...
Buona serata!
Laura

Viaggiare Cucinare Raccontare ha detto...

Sembrano buonissimi! Devo provare a cucinarli assolutamente!

donatella ballerini ha detto...

sono davvero ottimi li ho mangiati in montagna

colombina ha detto...

Mio figlio li ama, quando andiamo in Germania li divora, quindi metto da parte questa bella ricetta e appena trovo lo strumentino provo a farli. Un bacione!

IAIA ha detto...

cara, mi spiegheresti meglio come utlizzare la mandolina? mi intriga molto questa ricetta e vorrei fare bella figura con mia madre ( la regina della cucina )
grazie in anticipo
iaia la tardona ;P

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails