venerdì 17 maggio 2013

E voi, che coltelli usate?

 Ho sempre utilizzato i classici pelapatate per le verdure, il coltello seghettato per il pane e quello a lama flessibile per sfilettare. Punto.
I coltelli che avevo in casa, per intenderci. Quelli ricevuti in regalo o quelli contenuti in ceppi preistorici dei miei genitori. Eppure, ho sempre trovato tremendamente affascinante guardare gli chef utilizzare i coltelli con una maestria e una velocità unici.
"Si, ma loro arrivano dall'alberghiero" è stata la mia considerazione ed esclamazione per anni.

Poi, un bel giorno, mi sono detta "è ora di imparare". E cosi, ho capito che i 20 coltelli che avevo in casa erano assolutamente inutili e che, sopratutto, si poteva ottimizzare lo spazio, avendone solo 6, indispensabili per ogni lavoro di casa.
Devo essere sincera? Mi è cambiata la vita. Meno fatica, meno spazio, più sicurezza in cucina.

Ecco un bell'esempio di economia domestica.

Pronti? Venite con me.


 Pelapatate - la lama curva si adatta al prodotto da tagliare e consente di affettare e sbucciare facilmente frutta e verdura

Spelucchino - coltello versatilissimo di misura media. Adatto per pelare, tagliare, lardellare e guarnire. Indispensabile in casa :-)

 Coltello da pane (misura piccola/media) - grazie alla pronunciata seghettatura è ideale per tagliare pane e croste dure (perfetto anche per i pomodori...)

Coltello per filettare - la lama fine e flessibile permette di filettare carne e pesce con precisione

 Coltello da cuoco - è il coltello universale in cucina per professionisti e per tutti coloro che si cimentano in cucina. Adatto a tritare le erbe, tagliare le verdure, trinciare carne e pesce.

Coltello da carne - grazie alla sua lama a filo liscio è adatto per affettare prosciutto, arrosti e altri tipi di carne.

 Coltello da pane (misura grande) - si sostituisce perfettamente con il num. 3

Coltello santoku (il mio preferito) - è il coltello giapponese a scalpello, molto versatile e indispensabile per le preparazione asiatiche, ma sopratutto ottimo per tagliare carne, pesce e verdure.


Esistono poi il coltello alveolato specifico per prosciutto, quello da salmone con lama flessibile, quello da disosso. A mio parere per chi si cimenta in cucina indispensabili sono i coltelli numero 1-2-3-4-5-8.



5 commenti:

Nicoletta - Il Cassone dei Desideri ha detto...

interessantissimo questo post!!!
non pensavo di essere in possesso del Coltello santoku!!!! :))
e poi mi hai illuminata sul coltello numero uno, che non ricordo come sia finito in casa mia!! hihi :D
Ciao Angela! Buon we!

Angela Maci ha detto...

@Cara Nicoletta, sempre un piacere potervi essere d'aiuto.
Buon we e un bacio

Il Laboratorio delle Torte ha detto...

Ecco, ogni tanto serve questo tipo di post, nessuno chiede, tutti leggono domandandosi: " ce l'ho quello vero? E quell'altro ecco a cosa serve, per filettare!!!!" :-) poi, si tira un sospiro di sollievo, constatando che almeno 2 in casa si hanno!!!:-) "... Grazie , io personalmente guardo spesso i coltelli , hanno sempre affascinato anche a me i cuochi e i loro armamentario:-) ora, oltre a guardarli, qualcuno lo comprerò consapevolmente :-)))) a presto!!

Angela Maci ha detto...

@Laboratorio torte: oh grazie. Sapevo vi sarebbe piaciuto questo post utile utile!

Anonimo ha detto...

Grazie per questo post molto utile!!
Posso anche chiedere un consiglio su quali siano marche migliori? Grazie! :)

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails