mercoledì 18 marzo 2015

Crema di patate e scarola con pane guttiau

Lentamente, consapevolmente mi sto avvicinando alla cucina vegetariana.
E' un passo lento ma poco alla volta sto riducendo il consumo di carne. Sono sempre più attratta dalle preparazioni a base di verdure, erbe, radici. Non che sia una novità visto che nella mia cucina la presenza di verdure è sempre stata dominante ma quando devo creare una ricetta nuova, penso sempre a come trasformare i legumi, gli ortaggi, le erbe in qualcosa di gustoso.
Mi conoscete, non sono una fanatica, se ho davanti una fetta di prosciutto di Parma lo mangio perché mi piace moltissimo ma sto riducendo.
Il gusto non deve mai mancare nella mia cucina. Il sapore, capace di trasformare un cespo di scarola in tante tantissime cose buone. Senza creare piatti pesanti ma neanche troppo leggeri.
L'equilibrio, l''armonia in cucina rendono ogni piatto migliore.
E ve ne darò la prova. Per 3 giorni, tre ricette a base di scarola. E vedrete com'è facile trasformare un ingrediente così semplice, così banale (forse) in tre piatti casalinghi ma buoni, sani e gustosi.
Che ne dite? mi seguite?




Vellutata  di patate e scarola con pane guttiau
Ingredienti:
foglie esterne di una scarola
1 cipolla bianca
3 patate
brodo vegetale
sale
Olio evo
basilico fresco
1 foglio di pane carasau
origano secco

Tagliate le foglie di scarola , lavatele bene sotto l'acqua e mettetele in una pentola assieme alle patate pelate e tagliate a pezzetti e alla cipolla.
Aggiungete il brodo vegetale e il sale (se il brodo vegetale non è salato) e fate cuocere per 30 minuti. Quando le verdure si saranno intenerite e il brodo ridotto, con un mixer a immersione create la vellutata.
Ponete il foglio di pane carasau in una teglia rivestita di carta forno con olio, sale e origano e fate cuocere per 5-6 minuti in forno caldo fino a quando sarà dorato.
Servite la crema calda con un filo l'olio evo e il pane guttiau a pezzetti.


2 commenti:

Patalice ha detto...

mi piace molto che ancora sia tempo di ricette invernali, degne di tale nome.

Elisa Prioli ha detto...

Anche io amo trasformare le verdure e i legumi in qualcosa di gusto, penso che avvicinarsi a una cucina con meno grassi porti a vivere meglio e più a lungo!anche se a volte qualche sfizio ce lo possiamo togliere! ;-)
Ottima ricetta!sono curiosa di scoprire le altre!
Se vuoi dare un occhiata anche alle mie ecco il mio blog: www.foodimmersions.com

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails