martedì 29 settembre 2015

Gustòvago: quello che mancava!

La prima volta che Francesco Fadda mi parlò di questo progetto, ero letteralmente rapita. Perché rappresentava la cultura del cibo in ogni sua forma. La cultura legata al sapore, alle persone, alla letteratura, alla storia dell'alimentazione. "Mi piace" pensai a voce alta. "Mi piace e ne voglio fare parte".
 
 

venerdì 25 settembre 2015

Ospiti vegetariani a cena?


  
Negli ultimi anni sta divagando la scelta vegetariana da parte di molti. Per etica, per moda, per salute, sono tanti i fattori che spingono una persona a fare questa scelta consapevole: adottare un'alimentazione priva di carne e pesce. Può quindi capitare anche a te di avere ospiti a cena che abbiano fatto questa scelta e non puoi farti trovare impreparato!



martedì 22 settembre 2015

Autunno in love

Quante volte ve l'ho detto?
Tante, troppe eppure non mi stanco mai di ripeterlo quanto amo questa stagione.
La stagione del comfort food e del mio compleanno.
Delle castagne da raccogliere con Matteo e delle tisane calde da sorseggiare alla sera,


lunedì 21 settembre 2015

Torta di rose alla cannella

Una torta per far felice i miei bambini,
un pan brioche dolce e ricco per vivere i loro sorrisi,
un dolce diverso dal solito per vedere i loro occhi illuminati,
una merenda per sentirli soddisfatti e orgogliosi.
Cosa volere di più?

venerdì 18 settembre 2015

Le tigelle al parmigiano reggiano della Maci (Angela)

Le ho chiamate così perché sono diventate Le tigelle della Maci per tutti gli amici che le hanno assaggiate. Neanche di Angela, della Maci...come se quel cognome raccontasse la mia storia, la magia della cucina nella mia famiglia, come se quel cognome trasudasse profumi e sapori emiliani e non solo.
Mi piace l'idea di associare un piatto, una ricetta, un sapore ad una persona.
E per molti amici queste tigelle rappresentano me.
E questa me, cioè la sottoscritta ha voglia di condividere con voi la ricetta e i segreti delle tigelle al parmigiano.



Ingredienti:
500 gr di farina 0
10 gr di lievito di birra (mezzo panetto)
3 cucchiai d'olio evo
2 cucchiai scarsi di sale
1 cucchiaio di zucchero
250 gr di latte
60 gr di parmigiano reggiano



Versate la farina nella planetaria o su una spianatoia, unite il lievito sciolto in poca acqua tiepida, il latte, l'olio, lo zucchero, il sale e il parmigiano. Impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto e ben sodo.
Copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per due ore .
Stendete la pasta ad uno spessore di 1 cm e ricavate dei dischetti con un bicchiere o un coppapasta del diametro di 10 cm.
Lasciate lievitare i dischetti per un'altra mezz'ora e poi iniziate la cottura.
Sul fornello scaldate la tigelliera aperta e stendete i dischetti di pasta sui fori dell'utensile.
1 minuto per lato e le tigelle sono pronte da farcire come preferite.

P.s. Il profumo di parmigiano è ovunque...

Il mio consiglio è di mettere le tigelle ancora calde in un paniere coperto da un canovaccio così da mantenerle calde. Disponete poi sulla tavola taglieri di insaccati e formaggi a pasta dura, coppette di funghi e carciofini sott'oli,  formaggi a  pasta molle, verdure grigliate, pesto di lardo per permettere al vostro ospite di farcire la tigella con gli ingredienti che preferisce.

 

venerdì 11 settembre 2015

Quando mi chiedete una ricetta veloce...

Quando mi chiedete ricette veloci da fare con quello che si ha in cucina...intendo proprio una ricetta come questa.
Cous cous che non manca mai nella mia dispensa, vasetto di funghi sott'olio che compro per i momenti "difficili" e un sacchetto di mazzancolle fresche e poi surgelate da me.
Ho terminato una riunione alle 11, sono tornata a casa di corsa per preparare il pranzo ed è bastato poco...

lunedì 7 settembre 2015

Di pomodorini, funghi e pasta fresca

Settembre, un mese che adoro.
Perché si ricomincia con nuovi stimoli, con nuovi progetti, con nuovi entusiasmi e con maggiore consapevolezze.
L'estate per me rappresenta il trascorrere lento dei giorni, dei mesi pur restando attiva e dinamica nella quotidianità di mamma, di moglie, di lavoratrice. E' il tempo delle vacanze con i miei bambini, dei bagni insieme a loro, dei castelli di sabbia in riva al mare (si, li faccio ancora...e mi diverto), è il tempo delle cene all'aperto, degli amici che vedo e mi godo solo in vacanza, è il tempo di stare in famiglia a 360° e questo mi piace tanto. E' il tempo di leggere tanti libri, di scoprire ristoranti nuovi, di preparare ricette speciali e di fotografare vita che scorre.
Ma poi arriva settembre con la sua fresca pioggerella, con i suoi profumi autunnali, con la carica giusta per ricominciare. E quanto mi piace questa parola: ricominciare per crescere, per sbagliare, per guardarsi indietro, per imparare, per progettare, per amare, per vivere con entusiasmo.
Ricominciare da noi. Questo è il mio mood ogni anno, a settembre.

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails