venerdì 8 gennaio 2016

Gnudi gnudi!

Sapete perché si chiamano così? Lo dice il nome stesso, perché sono Ignudi, nudi. Ravioli senza pasta o  Gnocchi di ricotta o semplicemente... una ricetta buonissima.
Di origine toscana per l'esattezza. Eleganti, leggeri, essenziali se usate ingredienti di ottima qualità.
Gli gnudi più classici sono quelli con gli spinaci nell'impasto conditi con burro, salvia e parmigiano.
Oggi ve ne darò una versione in rosa, con spalla cotta affumicata e parmigiano reggiano delle vacche rosse... spero vi piaccia.
Pronti a seguirmi in cucina?




Ingredienti:
1 kg di ricotta di ottima qualità
100 gr di parmigiano reggiano delle vacche rosse
2 fette spesse di spalla cotta affumicata
noce moscata grattugiata
4 cucchiai di farina 00
1 uovo
semola per infarinare gli gnudi
sale e pepe
burro di ottima qualità (per condire)
2 cucchiai di parmigiano reggiano delle vacche rosse (per condire)
semi di papavero o salvia

Mettete la ricotta in una ciotola con una presa di sale e pepe, la spalla cotta a dadini, grattugiatevi dentro il parmigiano e un po' di noce moscata, la farina 00 e l'uovo. Amalgamate il tutto e formate delle palline.  Infarinate generosamente di semola un vassoio e rotolate le palline all'interno. Con queste dosi dovrete ottenere circa 40 gnudi. Quando tutte le palline saranno rivestite di semola, lasciate a riposare in frigorifero per diverse ore affinché la semola assorbirà il liquido della ricotta, dando agli gnudi un rivestimento delizioso. Cuocete in acqua bollente salata per 3 minuti e passate in padella con il burro e un po' di acqua di cottura, aggiungete il parmigiano reggiano e i semi di papavero creando un'emulsione buonissima.
Servite e gustateli gnudi gnudi

Nessun commento:

Ti potrebbe interessare:

Related Posts with Thumbnails